A Francesca Corona il nuovo Premio Ubu 2018

Premio Ubu 2018 a Francesca Corona, co-curatrice e direttrice generale del festival Short Theatre di Roma, nell’ambito della nuova categoria, istituita quest’anno, “migliore curatore/curatrice o organizzatore/organizzatrice”. Il premio è stato assegnato durante la cerimonia del 7 gennaio al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano, in ex aequo con Daniele Del Pozzo, direttore artistico del Gender Bender di Bologna.

Ma le soddisfazioni per Short Theatre non finiscono qui: tra i premiati anche Nachlass di Rimini Protokoll come “miglior spettacolo straniero rappresentato in Italia”, co-realizzato con Romaeuropa Festival e presentato in prima nazionale a Roma nel settembre 2017; Euphoria della coreografa Silvia Rampelli, vincitore della categoria “miglior spettacolo di danza”, di cui Short Theatre ha sostenuto la produzione; e, infine, Overload di Teatro Sotterraneo, premiato come “miglior spettacolo dell’anno”, presentato a Short Theatre 2018.
Riconoscimenti che sottolineano il ruolo chiave che Short Theatre ha saputo ricoprire in questi 13 anni nello sviluppo della scena artistica nazionale, nella connessione con il panorama internazionale, nel proporre formati innovativi e nel sostenere il lavoro degli artisti e delle artiste che maggiormente stanno riscrivendo la geografia delle arti performative in Europa.

“Vorrei ringraziare l’Associazione Ubu per Franco Quadri per questo premio, così prezioso ed importante, e per aver inserito questa categoria all’interno dei Premi Ubu, contribuendo così ad aprire una riflessione complessa e composita intorno al ruolo del curatore e della curatrice in Italia. Sono molto felice che i tre finalisti di quest’anno provengano da festival o da spazi indipendenti, luoghi che credo fondamentali per lo sviluppo, la crescita e l’apertura del panorama artistico contemporaneo. Luoghi che spesso hanno saputo dimostrare una capacità immaginativa importantissima e una grande responsabilità nell’accompagnamento degli artisti, e nel creare possibilità di incontro tra pubblici diversi e nuovi formati. Questo premio è un premio a tutto Short Theatre, ed è per questo che vorrei ringraziare innanzitutto Fabrizio Arcuri, che ha immaginato e creato questo festival tredici anni fa, Claudia Di Giacomo e Roberta Scaglione di PAV, pilastri fondamentali per l’esistenza di questo festival, e tutto lo staff di Short Theatre, perché il festival nasce anche dalle nostre conversazioni e contaminazioni. Ringrazio infine i miei colleghi e colleghe, in Italia e all’estero, che sono per me grandissima fonte d’ispirazione, di scambio e sostegno” ha commentato Francesca Corona.

Rispondi