fbpx

Oggi in TV: Passato e Presente. Carlo Levi. La solitudine dell’intellettuale

Carlo Levi. La solitudine dell’intellettuale

Prima di mettere mano al suo capolavoro, “Cristo si è fermato a Eboli”, che racconta l’esperienza fondamentale sul piano umano e intellettuale del confino in Lucania, Carlo Levi scrive un breve saggio, dal titolo “Paura della libertà”. A “Passato e Presente”, in onda mercoledì 15 giugno alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli e il professor David Bidussa approfondiscono in particolare questa fase del pensiero dell’intellettuale torinese, ricca di riflessioni e di spunti su un periodo tanto intenso quanto drammatico della storia novecentesca. È il settembre del 1939. In esilio in Francia, a La Baule, spalle all’Atlantico, Levi rivolge lo sguardo verso il centro dell’Europa dove dilagano le truppe del Terzo Reich. In otto capitoli scritti di getto, l’intellettuale e artista torinese riflette sulla crisi della cultura europea e sulle cause che hanno prodotto la catastrofe della guerra e prima ancora i regimi totalitari che si sono affermati tra gli anni ‘20 e ‘30 in Italia e Germania.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend