Claudym smaschera il tradimento e ci scherza su: il video di “Bugia” da oggi è online

Claudym smaschera il tradimento e ci scherza su: il video di “Bugia” da oggi è onlineUn lyric video. Anzi no, c’è lei in primo piano. È una di quelle clip con le chat? La risposta è nel mezzo.

È online da oggi il video del nuovo singolo di Claudym uscito per Island Records: BugiaL’artista spariglia le carte e sceglie l’ironia come cifra stilistica, non solo per il testo del pezzo, ma anche per la realizzazione del filmato.

L’immaginario visivo si lega al mondo di telefono e smartphone. Da una parte perché è l’elemento con cui riconoscere menzogne e tradimenti, dall’altra perché rappresenta il mezzo con il quale condividere i propri sospetti attraverso le immancabili chat con le amiche, ormai onnipresenti in ogni aspetto delle nostre vite.

È un pezzo in cui la cantautrice milanese attinge ai ritmi anni ’90/2000 e li fa propri, trasportandoli nel suo mondo pop-alternative, creando una miscela frizzante e inedita.

La colonna sonora perfetta per un ritratto ironico e impietoso del tradimento, tra troppe partite di calcetto, strani messaggi ricevuti nel cuore della notte e continui contrattempi.

Claudym prende spunto dalle conversazioni con le amiche e le trasforma in un manuale di riconoscimento per l’atteggiamento sospetto del proprio partner. Una sorta di vademecum dal sapore sarcastico, costruito riunendo i più classici cliché dell’infedeltà.

Ho messo insieme varie storie: chiarisce l’autrice. Le esperienze mie e di altri, i consigli che ho dato, quelli che ho ricevuto, quelli che hanno dato terzi, e li ho uniti in un pezzo che alla fine vuole raccontare anche la complicità tra amic*, la forza del singolo e allo stesso tempo quella del gruppo.

Scritto da Claudym e Okgiorgio (Giorgio Pesenti), Bugia è un primo assaggio della sua nuova musica. Arriva cinque mesi dopo il suo EP di esordio “UN-POPULAR”, con cui ha conquistato “Amazon Breakthrough”, il programma di Amazon Music nato per supportare gli artisti emergenti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*