Vai al contenuto

KASABIAN: è uscito oggi “HAPPENINGS”, il nuovo album

KASABIAN: è uscito oggi “HAPPENINGS”, il nuovo album KASABIAN: è uscito oggi “HAPPENINGS”, il nuovo albumÈ finalmente disponibile il tanto atteso ottavo album in studio della band britannica Kasabian, intitolato “Happenings”. Rilasciato oggi sotto l’etichetta Columbia Records, questo nuovo lavoro discografico è pronto a stupire i fan con una serie di tracce potenti e coinvolgenti. Il disco è disponibile in formato digitale e in vari formati fisici tra cui LP Picture, LP vinile rosso trasparente 140 grammi, LP eco vinile nero 140 grammi, CD e digipack.

Un’introduzione travolgente: “Call”

L’album si apre con il brano “Call”, una traccia che stabilisce immediatamente il tono e l’atmosfera di tutto il disco. Serge Pizzorno, frontman e principale autore della band, descrive questo pezzo come il trampolino di lancio dell’album. “Call” è caratterizzato da strofe più calme che culminano in un ritornello esplosivo e ballabile, rappresentando perfettamente l’energia e la vitalità che permeano “Happenings”.

Una produzione d’eccellenza

“Happenings” è stato coprodotto da Serge Pizzorno e Mark Ralph, noto per il suo lavoro con artisti come Zara Larsson, Clean Bandit e Rudimental. Questo nuovo album segue “The Alchemist’s Euphoria” del 2022 e si compone di 10 tracce brevi, taglienti e viscerali. Le canzoni, ispirate alle performance artistiche della fine degli anni ’50, sono quasi tutte della durata inferiore ai 3 minuti, con un totale complessivo di 26 minuti di musica.

“Darkest Lullaby”: un ballo con il cuore spezzato

Tra i brani più significativi dell’album spicca “Darkest Lullaby”, una canzone dal sapore senza tempo che riesce a fondere malinconia e ritmo ballabile. La melodia accattivante e il testo intenso di “Darkest Lullaby” catturano l’ascoltatore, trasportandolo in un viaggio emotivo che è impossibile non seguire.

“Coming Back To Me Good”: una festa di speranza

Un altro pezzo di spicco è “Coming Back To Me Good”, che mescola sofisticati elementi pop con un ritornello travolgente. Questo brano sprizza speranza e invita l’ascoltatore ad abbracciare i propri compagni di viaggio, rendendolo uno dei momenti più luminosi e positivi dell’album.

“Italian Horror”: l’ispirazione cinematografica

Italian Horror” è una traccia che rende omaggio alle colonne sonore dei film horror italiani. Il pezzo è caratterizzato da un’eccentricità pop che lo distingue nettamente dal resto dell’album, mostrando la versatilità creativa dei Kasabian. L’atmosfera evocativa e misteriosa di “Italian Horror” arricchisce l’esperienza d’ascolto, portando una ventata di originalità nel panorama musicale contemporaneo.

“G.O.A.T.”: l’inno alla grandezza quotidiana

Uno dei momenti più personali dell’album è rappresentato da “G.O.A.T.”, una dedica ai due giovani figli di Serge. Il brano è un’esortazione a vivere la vita alle proprie condizioni, affrontando il mondo con determinazione e coraggio. Questo messaggio di empowerment e forza interiore risuona profondamente, rendendo “G.O.A.T.” un inno alla grandezza quotidiana.

“Passengers” e “The Hell Of It”: il viaggio continua

Passengers” e “The Hell Of It” sono due tracce che ampliano ulteriormente la gamma emotiva e sonora dell’album. “Passengers” trasporta l’ascoltatore in un viaggio riflessivo, mentre “The Hell Of It” esplora tematiche più oscure e intense. Questi brani mostrano la capacità dei Kasabian di variare i toni e le atmosfere, mantenendo sempre alta l’attenzione dell’ascoltatore.

“Bird In A Cage” e “Algorithms”: il crescendo finale

Il finale dell’album è segnato da due brani potenti: “Bird In A Cage” e “Algorithms“. “Bird In A Cage” affronta il tema della libertà e della lotta per la propria identità, mentre “Algorithms” chiude il disco con un crescendo appropriato. Questi pezzi conclusivi lasciano l’ascoltatore con un senso di completezza e soddisfazione, pur mantenendo viva la voglia di riascoltare l’intero album.

L’importanza della connessione umana

Serge Pizzorno riflette sull’importanza della connessione umana in un’epoca dominata dagli schermi dei telefoni. “Happenings” è un tentativo di creare qualcosa di reale e tangibile, un’esperienza musicale che possa unire le persone. Durante gli spettacoli live, Serge ha notato il bisogno del pubblico di vivere momenti autentici e significativi, una necessità che l’album cerca di soddisfare.

Vent’anni di Kasabian: un nuovo capitolo

Quest’anno segna il ventesimo anniversario dell’uscita del primo album dei Kasabian. Per celebrare questo traguardo, la band ha deciso di regalare ai fan un nuovo album, confermando la loro rilevanza e creatività nel panorama musicale. “Happenings” rappresenta un nuovo capitolo nella storia della band, un’opera che celebra il passato guardando al futuro con entusiasmo e determinazione.

“Happenings” dei Kasabian è un album che riesce a coniugare innovazione e tradizione, energia e riflessione, creando un’esperienza musicale unica e coinvolgente. Le tracce brevi e incisive, unite a una produzione eccellente, rendono questo disco un ascolto imprescindibile per gli appassionati di musica rock e non solo. Con la loro capacità di reinventarsi e di parlare al cuore del pubblico, i Kasabian dimostrano ancora una volta di essere una delle band più influenti e amate della scena musicale contemporanea.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend