fbpx

Presentata la stagione teatrale 2022-2023 del Teatro Puccini

Presentata la stagione teatrale 2022-2023 del Teatro PucciniÈ stata presentata la stagione teatrale 2022/2023 alla presenza di Alessia Bettini, vicesindaca Città di Firenze, Elena Pianea della Direzione Beni, Istituzioni, Attività culturali e Sport della Regione Toscana, Cristina Giani, presidente del Teatro Puccini e Lorenzo Luzzetti, direttore artistico, che ha illustrato nel dettaglio tutti gli spettacoli. Sono intervenuti Gabriele Gori direttore generale della Fondazione CR Firenze e Claudio Vanni, responsabile relazioni esterne di Unicoop Firenze.

Durante il lungo e difficile periodo di pandemia che ha visto tutto il settore dello spettacolo dal vivo soffrire enormemente, abbiamo sfruttato la chiusura per apportare delle migliorie al Teatro Puccini: l’installazione di un impianto di aria climatizzata e di un nuovo impianto acustico, la sostituzione delle poltrone di platea, il rialzamento delle ultime file di platea e soprattutto la realizzazione del Laboratorio Puccini, una nuova sala da 96 posti. Abbiamo voluto estendere questa volontà di rinnovo anche alla programmazione del cartellone, cercando di percorrere e sperimentare nuove vie che ci hanno già regalato grandi soddisfazioni nella breve stagione 2022 (gennaio/maggio) durante la quale il Teatro Puccini ha accolto oltre ventimila spettatori. È nostra intenzione continuare a percorrere questa strada di rinnovo anche nella stagione teatrale 2022/2023, dando spazio quindi a giovani compagnie e alla drammaturgia contemporanea ma non dimenticando mai quanto d’interessante e originale offrano la satira e il teatro comico, da sempre cuore della programmazione del Teatro Puccini.

Infine, è allo studio con Fondazione Teatro della Toscana un progetto di partenariato finalizzato a promuovere e valorizzare reciprocamente le attività̀ che potranno essere realizzate in collaborazione attraverso un piano di comunicazione congiunto.

Si ringrazia il Comune di Firenze e il Ministero della Cultura. Le attività del Teatro Puccini sono realizzate con il patrocinio e contributo della Regione Toscana, con il contributo della Fondazione CR Firenze e sono sostenute da Unicoop Firenze e Publiacqua.

La stagione è formata da 10 spettacoli in abbonamento completo e 9 in abbonamento a scelta.

Spettacoli in abbonamento completo

Andrea Pennacchi inaugurerà la stagione teatrale con lo spettacolo Mio padre – appunti su una guerra civile, un monologo in cui l’attore padovano, molto noto e amato dal grande pubblico, racconta, con nostalgia e toccante ironia, il suo tentativo di ricostruire, a ritroso, l’esperienza vissuta da suo padre Valerio, partigiano, internato e sopravvissuto al campo di concentramento in Austria (28-29 ottobre). Silvio Orlando, vincitore del David di Donatello come miglior attore protagonista, porta in scena La vita davanti a sé di Romain Gary (dall’8 all’11 novembre). Seguirà quindi Umberto Orsini con Le memorie di Ivan Karamazov, dove si confronterà con la complessità del personaggio più controverso e tormentato dell’intera epopea letteraria: Ivan Karamazov, il libero pensatore che teorizza l’amoralità del mondo e conduce forse consapevolmente all’omicidio l’assassino di suo padre (25 e 26 novembre). Dopo due decenni, Sergio Castellitto sarà di nuovo sul palco del Puccini con Zorro, lo spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mazzantini. L’attore romano è nei panni di un clochard che ripercorre la storia della sua vita e delle scelte che lo hanno portato a vivere sulla strada (14 e 15 gennaio). Seguirà quindi Costellazioni, un’opera teatrale di Nick Payne, portata al debutto a Londra nel 2012. Il dramma, che non segue una trama lineare, racconta la relazione tra Roland e Marianne, un apicoltore e una fisica (20-21-22 gennaio). Il Teatro Bellini di Napoli firma la produzione di Don Juan in Soho, ispirato al Don Giovanni di Molière in chiave contemporanea dove si raccontano le vicende di uno spregiudicato DJ, interpretato da Daniele Russo, un Don Giovanni contemporaneo, amorale e ambiguo, ma realmente autentico, che si muove tra le mille luci di Soho, il quartiere della trasgressione londinese (3-4-5 febbraio). Carrozzeria Orfeo ritorna al Puccini, dopo il grande successo di “Miracoli metropolitani” dello scorso anno, con Stupida Show!, un monologo di stand up comedy con Beatrice Schiros (16-17-18 gennaio). Pane o libertà è il nuovo spettacolo di Paolo Rossi che unisce stand up a commedia dell’arte e commedia greca (3 e 4 marzo). Arrivano poi al Puccini un testo inedito e un teatrante di razza come César Brie, regista e attore argentino di nascita, italiano di adozione, per raccontare un fatto di cronaca del passato, uno degli episodi più oscuri della storia italiana, Nel tempo che ci resta – elegia per Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (18 e 19 marzo). Infine, gli Oblivion andranno in scena con Oblivion Rhapsody, uno show per festeggiare l’anniversario dei primi dieci anni di tournée insieme (24 e 25 marzo).

Spettacoli in abbonamento a scelta

Oltre all’abbonamento completo, il Teatro Puccini propone anche un abbonamento a scelta e un abbonamento dedicato agli under 25 che comprendono alcuni spettacoli precedentemente elencati insieme ad altre interessanti proposte. Mario Perrotta concluderà la trilogia dedicata alla famiglia con lo spettacolo Dei figli (12 novembre). Giuseppe Cederna invece porta in scena Storia di un corpo di Daniel Pennac con la regia di Giorgio Gallione (30 novembre) mentre in questi giorni debutta al Festival dei due mondi di Spoleto Hýbris, il nuovo spettacolo di Flavia Mastrella e Antonio Rezza che sarà al Puccini il prossimo 27 gennaio. Lucia Calamaro ha scritto un testo teatrale per Isabella Ragonese Da lontano (chiusa sul rimpianto) che sarà in scena il 10 febbraio. Il 23 febbraio invece è in programma Omeophonie, uno spettacolo composto da otto monologhi scritti ed interpretati da Arianna Porcelli Safonov ed impreziositi dalle musiche di Renato Cantini e Michele Staino. La Compagnia Tiezzi-Lombardi, dopo “Antichi maestri” di Thomas Bernhard andato in scena lo scorso anno, propone un altro testo dello scrittore austriaco, Il soccombente (25 e 26 febbraio). Fanny & Alexander portano in scena Addio fantasmi, il romanzo di Nadia Terranova, finalista al Premio Strega 2019, mettendo al centro il rapporto tra due donne, una figlia e una madre, incarnate sul palco da due attrici d’eccezione, Anna Bonaiuto e Valentina Cervi (2 marzo). Torna a grande richiesta lo spettacolo Contenuti Zero – Varietà, un viaggio nel magico mondo del ridicolo e dell’assurdo, un’esperienza di divertimento assoluto e spensierato tra rievocazioni storiche, invenzioni futuristiche e tripudi irrazionali, sketch comici, balletti, canzoni e musica live (14 aprile). Infine nel Laboratorio Puccini andrà in scena The Black’s Tale Tour di e con Licia Lanera, un work in progress continuo attraverso cui si ha la possibilità di allontanarsi dall’idea originale, per poi farvi ritorno: partendo da cinque fiabe classiche – La Sirenetta, Scarpette rosse, Biancaneve, La regina delle nevi e Cenerentola – spogliate della loro parte edulcorata e consolatoria tipica del mondo dei bambini e presentate in tutta la verità della loro versione autentica, Licia Lanera firma una scrittura originale che racconta incubi notturni e storie di insonnia, per parlare di alcune donne, delle loro ossessioni, delle loro manie, delle loro paure (17 e 27 aprile).

A settembre invece verranno annunciati Per Grandi e Puccini, la rassegna di spettacoli per ragazzi e famiglie, ed altri spettacoli serali che non sono compresi nei pacchetti abbonamento ma che andranno comunque ad ampliare la programmazione del Puccini. Sempre in autunno verrà comunicata la stagione del Laboratorio Puccini, il nuovo ridotto del Teatro Puccini inaugurato lo scorso marzo.

Dal 16 al 23 giugno sarà possibile rinnovare l’abbonamento mentre i nuovi abbonamenti potranno essere sottoscritti a partire dal 27 giugno fino al 2 luglio solo presso la biglietteria del Teatro Puccini e dal 4 luglio in poi in tutti i punti vendita del circuito Box Office Toscana e online su www.teatropuccini.it.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend