Al via il Festival che coinvolgerà 1700 studenti

Dal 20 al 24 maggio 2019 gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Lombardia e delle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola saranno i protagonisti del Festival LAIVin action 2019, ospitato nella città di Brescia, presso Spazio MO.CA, nello storico Palazzo Martinengo Colleoni.

42 istituti partecipanti al Progetto LAIVin di Fondazione Cariplo, porteranno in scena un breve estratto risultato dai laboratori di teatro, musica e teatro musicale, attivati durante l’anno scolastico 2018-2019, in collaborazione con operatori professionisti nel settore delle arti performative.

Oltre 1700 studenti, docenti e operatori parteciperanno al festival. I ragazzi avranno l’opportunità di calpestare i palcoscenici delle sale teatrali di MO.CA, trovandosi ad indossare i panni di attori, spettatori e critici nella stessa giornata.

Parallelamente ai momenti di spettacolo dei ragazzi, sono in programma altre iniziative a loro dedicate. Gli studenti potranno partecipare ad un workshop finalizzato al coinvolgimento del giovane pubblico e all’attivazione critica degli spettatori, nato dalla sinergia tra il progetto Acrobazie Critiche (a cura di Segni d’Infanzia e Stratagemmi Prospettive Teatrali) e l’Associazione Culturale Tips Theater.

Vi sarà inoltre un workshop ispirato alle discipline musicali e condotto da Sebastiano de Gennaro (multi-percussionista, rumorista, e compositore italiano) che sfocerà in un due momenti di condivisione corale ogni giorno. Il progetto, intitolato “Per telefono: concerto per orchestra di smartphone e direttore d’orchestra’’ nasce come parodia sull’alienazione e la dipendenza da smartphone, fenomeni che vuole tradurre in linguaggio musicale. I ragazzi, attraverso falsi strumenti musicali (i telefonini appunto), vestiranno i panni d’orchestrali per la realizzazione di un vero e proprio concerto.

Nel 2019 il Festival LAIVin action, vuole aprirsi alla città ospitante e agli operatori attivi nel territorio bresciano ed oltre. Ad inaugurare l’inizio del festival, la mattina del 20 maggio 2019 alle ore 9.30 presso il Museo Santa Giulia, Via dei Musei 81/b a Brescia, si svolgerà il convegno “Tavola Rotonda”. L’evento, aperto ad insegnanti, dirigenti scolastici, operatori, rappresentanti delle istituzioni e alla cittadinanza, si pone come momento di confronto e dialogo sul tema della formazione alle arti performative dal vivo nelle scuole. Si tratta per l’appunto di una ‘tavola rotonda’, che coinvolgerà interlocutori pubblici e privati che si occupano di politiche giovanili, di formazione e di spettacolo dal vivo, nello scambio di buone pratiche e nella formulazione di proposte innovative concrete per creare ambienti favorevoli alla diffusione di laboratori e progetti in rete tra scuole ed enti culturali.

Al termine della giornata di apertura, alle 20.30 del 20 maggio 2019, il pubblico di LAIVin e tutta la cittadinanza sono invitati allo spettacolo teatrale “Overload” della compagnia Sotterraneo, presso il Teatro Sant’Afra di Brescia – Vicolo dell’Ortaglia, 6. Vincitore del premio UBU come miglior spettacolo 2018, si definisce un ipertesto teatrale sull’ecologia dell’attenzione. Daniele Villa (autore del testo), Tips Theater e Acrobazie Critiche, prepareranno il pubblico alla visione di “Overload” offrendo un momento di introduzione allo spettacolo alle 18.30 dello stesso giorno, presso la Sala delle Danze, Palazzo Martinengo Colleoni – MO.CA, in via Moretto 78 a Brescia. Al termine dell’introduzione, si svolgerà anche la premiazione dei finalisti del concorso di critica aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori che hanno preso parte al progetto Acrobazie Critiche.

Il Festival LAIVin action 2019, organizzato da Associazione Etre in collaborazione con Cooperativa Sociale Alchemilla, Residenza IDRA è realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del Progetto LAIVin e con il patrocinio del Comune e della Provincia di Brescia.

Il Progetto LAIV è attivo dal 2006 e ha coinvolto oltre 12.000 studenti appartenenti a 240 istituti scolastici nell’attivazione di laboratori di musica, teatro e teatro musicale. Dal 2018 si è trasformato in LAIVin, dove “IN” indica un forte radicamento del progetto nelle comunità locali e l’obiettivo di promuovere connessioni e alleanze tra il mondo della scuola ed enti pubblici e privati nei diversi territori d’azione del progetto.

Nel 2018 il Progetto LAIVin ha messo a disposizione 240.000 euro per progetti promossi dalle scuole secondarie di secondo grado e riguardanti l’attivazione di uno o più laboratori musicali, teatrali e di teatro musicale.

Dal 2 maggio 2019 è online il nuovo bando LAIVin, che metterà a disposizione nuovamente la cifra di 240.000 euro, per sostenere i laboratori nelle scuole sulla prossima biennalità.

Le novità di progetto verranno comunicate in tempo reale tramite la pagina Facebook di Associazione Etre, il nuovo profilo Instagram @progettolaivin, e il sito www.progettolaivin.it

Rispondi