fbpx

L’ASviS presenta il 5° Festival dello sviluppo sostenibile

L’ASviS presenta il 5° Festival dello sviluppo sostenibileCon oltre 500 eventi in programma finora registrati in calendario, il 28 settembre inizierà il Festival dello sviluppo sostenibile, la più grande manifestazione nazionale sulla sostenibilità, organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).

Il Festival 2021 è stato presentato questa mattina durante una conferenza stampa presso Rai Radio (Rai è Media Partner del Festival insieme all’ANSA) alla quale hanno partecipato i Presidenti dell’ASviS Marcella Mallen e Pierluigi Stefanini, il Vicedirettore di Rai Radio Michele Gulinucci, il Direttore Rai per il Sociale Giovanni Parapini e i rappresentanti di partner istituzionali e aziendali.

“Sarà la più grande mobilitazione popolare sulle tematiche ambientali e dello sviluppo sostenibile quella che si svilupperà in tutta Italia dal 28 settembre al 14 ottobre”, sottolinea la Presidente Marcella Mallen. “Sarà un susseguirsi di convegni, appuntamenti culturali, manifestazioni di ogni tipo, a Roma ma anche in tantissime città più o meno grandi dal Nord al Sud del Paese per ben 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Abbiamo lanciato un appello e la risposta è andata oltre le più rosee aspettative. Le tematiche legate allo sviluppo sostenibile sono ormai patrimonio largamente diffuso. Si è capito, e sempre più si sta capendo che abbiamo solo questo mondo e dobbiamo tenercelo caro. La società civile vuole essere protagonista del proprio futuro”.

Durante la conferenza stampa è stato presentato il ricchissimo cartellone della manifestazione, riconosciuta dalla UN SDG Action Campaign come un unicum a livello internazionale, che affronta tutti i grandi temi al centro del dibattito culturale e politico, con un coinvolgimento diretto delle giovani generazioni.

“Il quadro mondiale non induce certo all’ottimismo: la crisi pandemica in corso, le catastrofi naturali, le guerre, la fame, la siccità, le alluvioni, travolgono il mondo”, ha poi continuato il Presidente Pierluigi Stefanini, che infine ha aggiunto: “Ma non tutto è perduto. Ci sono e si stanno moltiplicando anche segni di speranza. Proprio per questo dobbiamo tutti reagire con forza coltivando e alimentando la speranza, per

esempio cominciando già a livello di comportamenti individuali col fare ognuno tutto il possibile per contenere gli effetti negativi della crisi climatica, cominciando a ridurre drasticamente i consumi inquinanti, ma occorre anche una risposta pubblica e per questo dobbiamo chiamare la politica ad assumersi le proprie responsabilità davanti alle generazioni future, superando egoismi e mettendo in campo le risorse della scienza e della tecnologia. Durante il nostro Festival” conclude “avanzeremo proposte elaborate grazie al lavoro di 800 esperti che hanno collaborato alla elaborazione del nostro Rapporto e ascolteremo le parole di responsabili ed esperti cercando di offrire, tutti insieme, risposte che facciano dello sviluppo sostenibile una realtà e non un libro dei sogni”.

Quest’anno, la “casa” del Festival sarà il Palazzo delle Esposizioni di Roma, da dove verranno trasmessi gli eventi del Segretariato e la maggior parte di quelli dedicati ai singoli Obiettivi. Il Palazzo delle Esposizioni è uno dei maggiori spazi espositivi interdisciplinari nel centro di Roma, impegnato da tempo in azioni di lungo periodo per esplorare i modi in cui l’arte può contribuire al raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Le dirette streaming verranno ospitate sui canali digital e social del Festival e dell’ASviS (festivalsvilupposostenibile.itasvis.it, canale YouTube e pagina Facebook dell’ASviS), mentre gli eventi del Segretariato saranno trasmessi anche sui siti dell’ANSA (ansa.it) e di Radio Radicale (radioradicale.it).

Quest’anno, più che nelle scorse edizioni, il Festival prevede “Nuovi percorsi”, moltissime iniziative innovative e originali per rafforzare la diffusione della cultura della sostenibilità.

Numerosi sono i “gemellaggi” con altri Festival e iniziative organizzate in tutta Italia, dedicate a tematiche strettamente connesse all’Agenda 2030. Al momento attuale, i “Compagni di viaggio” del Festival sono una decina, ma altri si stanno ancora aggiungendo.

Riconoscendo l’alto valore del Festival, anche quest’anno il Dipartimento Informazione Editoria della Presidenza del Consiglio è al fianco dell’ASviS per la diffusione attraverso le reti Rai della campagna istituzionale, alla quale si affianca la settimana di sensibilizzazione a cura della Responsabilità Sociale della Rai.

PARTNER E SOSTENITORI

Alla quinta edizione del Festival contribuiscono Coop, Costa, Enel, Ferrero, Lavazza, UniCredit, Unipol, TIM, partner che credono nell’iniziativa e condividono un percorso di impegni concreti a favore della sostenibilità.

Animati dallo stesso spirito, i partner istituzionali del Festival sono la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il Ministero della Transizione Ecologica (Mite), il Ministero della Cultura (MiC), il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci), il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), Cassa depositi e prestiti (CDP)Invitalia con le sue partecipate Mediocredito Centrale e Infratel.  Il Festival si avvale inoltre della collaborazione di Comin&Partners, Gruppo Ferrovie dello Stato, Saatchi & Saatchi, la Settimana europea dello sviluppo sostenibile (ESDW) e Tecnocap.

Gli eventi nazionali sono organizzati con il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics), Bain & Company, Camst Group, Granarolo, Poste Italiane, Sogin e Viatris.

Le emissioni prodotte durante gli eventi del Segretariato saranno compensate da 55 alberi che ASviS pianterà in collaborazione con Treedom.

 

GLI EVENTI DEL SEGRETARIATO ASviS

Evento di apertura – 28 settembre: “L’Italia e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile”. Per la prima volta il Festival sarà inaugurato dalla presentazione del Rapporto annuale dell’ASviS. I contenuti del Rapporto costituiranno la base per una riflessione approfondita sulle dimensioni dello sviluppo sostenibile che sarà portata avanti nel corso dei 17 giorni della manifestazione, durante gli eventi nazionali tematici a cura dei Gruppi di Lavoro dell’Alleanza, dedicati ciascuno a uno o più Obiettivi di sviluppo sostenibile. (Programma)

Evento centrale – 7 ottobre: “L’impegno dell’Italia a livello internazionale per una ripresa sostenibile e resiliente”. Il secondo evento organizzato dal Segretariato dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile propone una riflessione incentrata sui tre grandi appuntamenti internazionali che si svolgono in prossimità e in collaborazione con il Festival, la Cop26, Expo Dubai e il G20 a presidenza italiana. In questo evento sarà presentata una ricerca ASviS inedita sul posizionamento dei Paesi del G20 rispetto all’Agenda 2030, realizzata grazie al contributo di A2A e CIBJO. (Programma)

Evento di chiusura – 14 ottobre: “Italia 2030: un Paese in via di sviluppo sostenibile”. L’evento conclusivo del Festival sarà l’occasione per presentare alle istituzioni e al pubblico i frutti della riflessione maturata durante i 17 giorni della manifestazione, in Italia e all’estero, In particolare, saranno messi in evidenza i modi in cui la sostenibilità è entrata e sta entrando negli aspetti quotidiani delle nostre vite, diventando molto più di un insieme astratto di buone pratiche, ma la nuova normalità, sia per vivere in un pianeta e in una società migliori, sia per coglierne i benefici economici, che anno dopo anno sono in crescita.. (Programma)

Il Festival prevede anche 18 eventi nazionali, dedicati ai temi chiave dello sviluppo sostenibile e ai diversi Obiettivi dell’Agenda 2030. Questi eventi sono organizzati dagli aderenti dell’ASviS, con il contributo dei gruppi di lavoro dell’ASviS, e con la partecipazione dei partner e dei tutor che hanno reso possibile la buona

riuscita del Festival.

Tra i “Nuovi percorsi” si segnalano in particolare:

  • Voci sul futuro –L’agenzia ANSA e l’ASviS presentano “Voci sul futuro”, sei appuntamenti per discutere di futuro e di sostenibilità con famosi esperti italiani sui temi da cui dipende lo stato e l’evoluzione dell’economia, dell’innovazione, della società e dell’ambiente. Gli ospiti approfondiranno vari aspetti legati ai sistemi socioeconomici alla luce della pandemia per capire che cosa ci attende e come contribuire a scegliere il futuro che vogliamo. Gli incontri saranno trasmessi sul sito dell’ANSA e sui canali ASviS durante il Festival dello Sviluppo Sostenibile.
  • Collaborazione RAI-ASviS – Realizzazione di video tratti dal libro di Marco Frittella “Italia Green” per raccontare alcune eccellenze italiane nell’economia verde. Collaborazione con Rai Pubblica Utilità per l’accessibilità degli eventi nella lingua dei segni e con il Televideo Rai che fornirà approfondimenti sui 17 Obiettivi dell’Agenda.
  •  Global Week to Act4SDGs – Settimana di mobilitazione mondiale organizzata dalla SDG Action Campaign delle Nazioni Unite.
  • Coop Youth Experience – Campagna per sensibilizzare i giovani sul cambiamento climatico attraverso progetti di rinaturalizzazione di aree degradate.
  • Il Festival nel mondo –Coinvolgimento delle sedi diplomatiche, degli istituti di cultura italiani all’estero, delle agenzie Onu e delle organizzazioni internazionali e ambasciate estere in Italia.
  • Radio Radicale –Seguirà in diretta gli eventi del Segretariato e gli altri eventi nazionali.
  • Today for Tomorrow –Il progetto di serialità “Today for Tomorrow è nato in collaborazione con l’ASviS per raccontare le storie di chi concretamente ha adottato uno o più Goal dell’Agenda 2030 attraverso una serie di pillole video e interviste alle realtà italiane che si fanno portavoce dello sviluppo sostenibile. La serie si propone di identificare e raccontare una serie di realtà italiane che in questi ultimi anni hanno sviluppato azioni o politiche fortemente legate ai 17 SDGs.
  • Premio “Giusta transizione” –Giunto alla seconda edizione, il riconoscimento promosso dall’ASviS viene attribuito alla persona, all’associazione o all’impresa che ha contribuito in modo rilevante a promuovere una “giusta transizione”, cioè l’evoluzione verso un’economia ambientale sostenibile capace di tenere conto degli aspetti sociali – come la partecipazione democratica, la giustizia intergenerazionale e la riqualificazione professionale – legati a questo processo.
  •  Illuminazioni artistiche –Nel corso del Festival, quattro storici monumenti italiani, la Piramide Cestia a Roma, la Mole Antonelliana a Torino, la Torre Ghirlandina di Modena e il Museo delle scienze (Muse) di Trento, si illumineranno con la ghiera degli SDGs, simbolo degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.
  •  Il Concerto “Heroes – Mission Diversity” |17 – 18 settembre – Per il secondo anno consecutivo l’ASviS è partner di Heroes, il festival musicale che racchiude il meglio della scena pop contemporanea e che si è tenuto il 17 e 18 settembre all’Arena di Verona, con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di almeno sei progetti artistici provenienti da tutto il mondo, che vedano protagoniste donne e minoranze di genere sottorappresentate. L’iniziativa, infatti, è legata a Mission Diversity, il progetto realizzato da Music Innovation Hub, che mira a contribuire al raggiungimento dell’uguaglianza di genere e all’emancipazione di tutte le donne e le ragazze, per sostenere tutte le forme di diversità, e promuovere la parità di genere.
  •  Lo spettacolo musicale “Note, voci e pensieri alla ricerca di senso” |  25 settembre – Per celebrare il sesto anniversario della sottoscrizione dell’Agenda 2030, l’ASviS, in collaborazione con NeXt, organizza lo spettacolo musicale “Note, voci e pensieri alla ricerca di senso” in Piazza della Signoria. Si esibiranno Diodato, Coma_Cose, La Rappresentante di Lista oltre a Michele Placidoe e Giovanni Caccamo. Introdurranno il concerto Pierluigi Stefanini, Presidente e Portavoce dell’ASviS; Leonardo Becchetti, Direttore del Festival Nazionale dell’Economia Civile e Cofondatore di NeXt e Marina Ponti Direttrice UN SDG Action Campaign.
  • Teatro in Agenda –Il Teatro Nazionale di Genova, in occasione dei primi 70 anni di storia, propone una nuova stagione 2021/2022 il cui slogan “Human Pride” richiama proprio la possibilità di continuare ad “essere umani”. Nasce così la collaborazione con l’ASviS, nell’impegno alla realizzazione di sette dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030: 70 spettacoli, incontri, conferenze e laboratori.
  •    La nuova galleria della sostenibilità del Muse di Trento – Il 4 ottobre il Museo delle Scienze di Trento (Muse) inaugurerà “Un piano per la sostenibilità”: un nuovo allestimento, in collaborazione con l’ASviS, dedicato alla questione climatica, alla perdita di biodiversità, all’aumento della popolazione e alla lotta alle disuguaglianze sociali, in linea con i temi dell’Agenda 2030. Il progetto vuole diffondere, attraverso la circolazione dei saperi, la consapevolezza che la conoscenza può aiutare a far capire che le sfide affrontate nei contesti locali sono strettamente interconnesse con la comunità globale.
  • Mood – Mood è il programma di intrattenimento in onda su Rai Premium condotto dall’iconica conduttrice digitale Eva con la voce di Domitilla D’Amico. In ogni episodio la presentatrice va alla ricerca di archetipi, in maniera ironica e leggera, nel mondo, ad esempio, della musica, della televisione, del cinema. Alla luce di questo format, l’ASviS ha avviato una collaborazione con Mood al fine di arricchire il programma con tematiche legate all’Agenda 2030 dell’Onu.
  •  Il corso e-learning “La transizione digitale per gli Obiettivi di sviluppo sostenibile” –La pillola formativa ha l’obiettivo di indagare le grandi potenzialità offerte dalla trasformazione digitale. In particolare, vengono presentate le scelte strategiche dell’Unione europea per la decade del digitale (2021-2030) e viene illustrato come la trasformazione digitale possa accelerare (o deviare) il cammino verso gli Obiettivi dell’Agenda Onu. Il corso, della durata di 30 minuti, prevede un cammino in cinque tappe con esempi virtuosi e possibili rischi.
  • L’App AWORLD – AWORLD è una piattaforma che guida le persone verso una vita sostenibile. Informa, traccia, misura e incentiva le persone a entrare in azione e migliorare il proprio stile di vita. AWorld è stata selezionata dalle Nazioni Unite come App ufficiale a supporto della campagna contro il climate change #ActNow.
  • My SDGs – Il nuovo strumento della web app HUMAN, realizzata dalla startup innovativa Human s.r.l. in collaborazione con l’ASviS, aiuta a conoscere e realizzare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso un percorso dinamico e coinvolgente che dall’apprendimento porta al cambiamento, creando la necessaria consapevolezza sulla sostenibilità. Il percorso propone spunti e iniziative certificate per condividere quotidianamente il contributo di tutti: gli utenti potranno prefissarsi obiettivi e monitorare i propri risultati scegliendo di portare avanti “azioni” associate al raggiungimento dei Goal. MySDGs e la web app Human saranno disponibili a partire dal 23 Settembre.
  •  Italy Goes Green: giovani e sostenibilità a confronto | 1 ottobre – Vodafone Italia con Officine Italia e Politecnico di Milano, in collaborazione con l’ASviS e ANCI, partecipa al

Programma “All4Climate – Italy2021” con Italy Goes Green, un progetto rivolto ai giovani per promuovere il 2021 come l’anno dell’“ambizione climatica”.  Il 1° ottobre al Vodafone Village di Milano, Italy Goes Green, 50 giovani si confronteranno su 10 tematiche in ambito sostenibilità. L’evento è sostenuto da una piattaforma online, www.italygoesgreen.com.

  •     Scuola e Patti Educativi di Comunità: l’evento della rete EducAzioni | 13 ottobre –La rete EducAzioni, che insieme ad ASviS e altre nove realtà della società civile promuove il contrasto alla povertà educativa, organizza il 13 ottobre a Bari l’evento “I Patti Educativi di Comunità nel processo di cambiamento della scuola”.
  •  “Comunità resilienti”, il Padiglione Italia alla Biennale di architettura di Venezia 2021 –Il tema scelto dal Padiglione Italia alla Biennale di architettura di Venezia quest’anno è quello delle “Comunità resilienti”, per evidenziare l’urgenza di azioni contro la crisi climatica e il ruolo che l’architettura può svolgere nel promuovere un nuovo modo di progettare e costruire le città in linea con i principi dell’Agenda 2030. Grazie a una collaborazione con l’ASviS, il Padiglione trasmetterà l’evento Nazionale dedicato alla Cultura per lo Sviluppo Sostenibile, che si svolgerà il 1° ottobre.

Twitter @ASviSItalia 
Linkedin: ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile

Facebook: ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile

Instagram: @asvis_italia

Youtube: ASviS Italia

Hashtag ufficiali: #FestivalSviluppoSostenibile #STIAMOAGENDO

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiornamenti di PuntoZip Vuoi ricevere gli aggiornamenti di PuntoZip in tempo reale? No Sì, certo!
Send this to a friend