Vai al contenuto

Stasera in tv torna l’appuntamento con Binario Cinema

Fukushima

Stasera in tv torna l’appuntamento con Binario Cinema

Undici marzo 2011. Un fortissimo terremoto colpisce il Giappone e, oltre a causare innumerevoli danni, scatena un violentissimo tsunami che si abbatte sulle coste del paese lasciandosi dietro migliaia di morti. Nella centrale nucleare di Fukushima, nel frattempo, alcuni reattori scoppiano portando a quella che potrebbe essere la più grande tragedia del Paese dai tempi della bomba atomica. Sarà solo grazie al coraggio di cinquanta eroici operai della centrale che il disastro potrà essere contenuto. È il film “Fukushima”, in onda domenica 30 giugno alle 21.10 su Rai Storia per “Binario cinema”. Diretto da Setsurō Wakamatsu e interpretato dalle star Ken Watanabe (“Batman Begins”, “Godzilla”, “Inception”) e Kōichi Satō (“The Magic Hour”, “Sukiyaki Western Django”), “Fukushima” è tratto dal libro di Ryusho Kadota, “On the Brink: The Inside Story of Fukushima Daiichi”, e ricostruisce il reale disastro che ha colpito la centrale nucleare. Un grande e spettacolare disaster-movie che sottolinea il coraggio e la forza di volontà di un manipolo di eroi improvvisati.
Per quanto riguarda il cast, nel ruolo di Toshio Isaki, lavoratore della centrale in servizio presso le unità 1 e 2, troviamo Kōichi Satō. Ken Watanabe, attore candidato agli Oscar nel 2004 per L’ultimo samurai, veste i panni di Masao Yoshida, direttore della centrale che sovrintende al comando generale. Completano il cast, tra gli altri, Riho Yoshioka, Hidetaka Yoshioka, Narumi Yasuda, Shirō Sano, Mitsuru Hirata, Yuri Nakamura, Shigeru Izumiya, Shōhei Hino, Naoto Ogata e Tomita Yasuko.
Il film è tratto dal libro di saggistica di Ryusho Kadota, intitolato On the Brink: The Inside Story of Fukushima Daiichi.
Le riprese sono iniziate a novembre 2018. La post-produzione è iniziata a maggio 2019. È uscito in anteprima in Giappone il 6 marzo 2020.
Un appuntamento importante, atteso, assolutamente da non perdere, non solo con un capolavoro della cinematografia giapponese ma anche con un eccezionale documento storico. Su Raiplay.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend