Vai al contenuto

Stasera in tv torna l’appuntamento con Under Italy

Napoli

Stasera in tv torna l'appuntamento con Under Italy

La Napoli sotterranea: un mondo svelato dall’archeologo Darius Arya in “Under Italy” in onda martedì 30 gennaio alle 20.20 su Rai 5. Scendere sotto Napoli significa compiere un viaggio nella storia lungo oltre 2000 anni, a 40 metri di profondità tra cunicoli, gallerie, cantine e cisterne, incontrando anche leggende vere e proprie, come lo Spirito del Monaciello, e storie di vita vissuta, con opere che vanno dall’epoca greco-romana a quella borbonica, lasciate a lungo in abbandono e oggi recuperate a nuova vita grazie a un sapiente lavoro nel ventre della città. Arya va alla scoperta dei sotterranei partenopei: dalla Crypta Neapolitana alla Piscina Mirabilis, dai cunicoli di Napoli Sotterranea al teatro romano di Neapolis, dalla Galleria Borbonica con le sue infinite ramificazioni agli Ipogei Greci funerari e al Cimitero delle Fontanelle.

Napoli sotterranea è una tappa obbligatoria per i visitatori e per i cittadini di Napoli. Visitare questo substrato che sorregge la città di Napoli da circa 5000 anni, significa immergersi in un’esperienza unica ed emozionante.

Da oltre 30 anni, offriamo escursioni in quest’affascinante e suggestivo sottosuolo. Inoltre, con l’aiuto dei membri dell’Associazione che si adoperano – senza aver mai ricevuto alcun tipo di finanziamento da parte di istituzioni pubbliche o di enti privati- nel recupero e nella valorizzazione e del sottosuolo, sono state recuperate importanti opere di ingegneria civile dell’antichità.

Grazie alla competenza e alla collaborazione dell’Associazione, il cui unico scopo è far conoscere ed amare la città di Napoli, Napoli Sotterranea ha rappresentato un punto di partenza  per altre realtà nate in Italia e in Europa.

Partecipare a quest’escursione non vuol dire solo compiere un viaggio lungo un tragitto a 40 metri di profondità tra cunicoli e cisterne: significa immergersi nel percorso storico, lungo ben 2400 anni, che ha affrontato la città di Napoli ed i suoi abitanti.

Difatti, durante l’escursione sarà possibile ammirare diversi reperti storici.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend