Bergamo Film Meeting – I vincitori della 41esima edizione

Bergamo Film Meeting - I vincitori della 41esima edizioneÈ Le Prix du passage/The Channel di Thierry Binisti (Francia, Belgio, 2022) il film vincitore della Mostra Concorso della 41a edizione di Bergamo Film Meeting. Al film, che è stato votato dal pubblico, va il Premio Bergamo Film Meeting del valore di 5.000 euro.
La giuria internazionale, presieduta da Nerina Kocjančič (Slovenian Film Centre) e composta anche da Simone Bachini (Apapaja Produzioni Cinematografiche), Iva Hejlíčková (Uherské Hradiště Summer Film School) assegna il Premio per la migliore regia del valore di 2.000 a Një filxhan kafe dhe këpucë të reja veshur/A Cup of Coffee and New Shoes On di Gentian Koçi (Albania, Portogallo, Grecia, Kosovo, 2022).
Per la sezione Visti da Vicino il Premio Miglior Documentario CGIL Bergamo di 2.000 euro per il documentario più votato dal pubblico va ex aequo a No Place Like Home di Emilie Beck, (Norvegia, 2022) e a La visita y un jardín secreto/The Visit and a Secret Garden di Irene M. Borrego (Spagna, Portogallo, 2022); mentre il Premio della Giuria CGIL – La Sortie de l’Usine, attribuito dai delegati sindacali di CGIL Bergamo al documentario che meglio affronta i temi legati al mondo del lavoro e del sociale (1.000 euro), spetta a Pongo Calling di Tomáš Kratochvíl (Repubblica Ceca, Slovacchia, Regno Unito, 2022).

La 42a edizione di Bergamo Film Meeting si terrà dal 9 al 17 marzo 2024.

MOSTRA CONCORSO

PRIMO PREMIO BERGAMO FILM MEETING

Le Prix du passage/The Channel di Thierry Binisti, Francia, Belgio, 2022, 102’
Natacha è una giovane madre single, in lotta per difendere la sua indipendenza e riuscire ad arrivare a fine mese. Walid è un migrante iracheno in cerca dei soldi per passare la Manica e andare a vivere in Inghilterra. Esasperati dalle avversità, i due uniscono le forze organizzando un traffico “artigianale” di clandestini.

SECONDO PREMIO BERGAMO FILM MEETING

Śubuk/Backwards di Jacek Lusiński, Polonia, 2022, 112’
Da principio, Maryśka non voleva saperne di diventare mamma, invece poi si ritrova a sostenere mille sacrifici per il suo unico figlio – Śubuk. La storia della giovane madre di un ragazzo autistico, la cui persistente determinazione nella lotta contro la burocrazia e l’insensibilità umana porta a cambiamenti cruciali nel sistema educativo polacco.

TERZO PREMIO BERGAMO FILM MEETING

Minsk di Boris Guts, Estonia, Russia, 2022, 82’
Minsk, agosto 2020. Pasha e Yulia escono per fare una passeggiata e si imbattono per strada nelle proteste della popolazione civile contro le elezioni presidenziali. Una normale passeggiata si trasforma in un inferno dove persone innocenti diventano vittime della brutalità della polizia.

PREMIO PER LA MIGLIOR REGIA

Një filxhan kafe dhe këpucë të reja veshur/A Cup of Coffee and New Shoes On di Gentian Koçi, Albania, Portogallo, Grecia, Kosovo, 2022, 99’
Agim e Gëzim, sono gemelli monozigoti e sordomuti. Un giorno scoprono che, a causa di una rara malattia genetica, diventeranno progressivamente ciechi. Immersi lentamente in un insopportabile, oscuro, silenzio, dovranno prendere una decisione difficile, davanti a una tazzina di caffè.

La giuria motiva così la sua scelta: «Per L’approccio minimalistico alla tragica e straziante storia, dove i protagonisti principali guidano lo spettatore attraverso emozioni autentiche, ma mai sentimentali. La storia ha un forte supporto nell’originale lavoro sul suono e nel montaggio, e nell’eccezionale prestazione degli attori».

VISTI DA VICINO

PREMIO MIGLIOR DOCUMENTARIO CGIL BERGAMO – ex aequo –

No Place Like Home di Emilie Beck, Norvegia, 2022, 67’
Persa tra due continenti, Priyangika ha sempre pensato che la sua adozione fosse sbagliata. Inizia così una ricerca per trovare i pezzi mancanti dei suoi documenti d’identità, della sua storia familiare e del suo cuore spezzato.

La visita y un jardín secreto/The Visit and a Secret Garden di Irene M. Borrego, Spagna, Portogallo, 2022, 65’
Poco si sa della misteriosa figura di Isabel Santaló, un’artista oggi caduta nell’oblio. Un film che riflette sulla memoria e l’oblio, sull’arte e il processo creativo e si domanda cosa significhi essere un’artista e una donna.

PREMIO DELLA GIURIA CGIL “LA SORTIE DE L’USINE”

Pongo Calling di Tomáš Kratochvíl, Repubblica Ceca, Slovacchia, Regno Unito, 2022, 78′
Štefan Pongo è un camionista rom emigrato nel Regno Unito. Quando il presidente ceco afferma che i rom sono lavativi, Štefan arrabbiato lancia un appello chiedendo foto dei rom che lavorano. Ne vengono inviate migliaia e Pongo diventa un noto personaggio dei media.

La giuria motiva così la sua scelta: «Dal suo furgone, utilizzando i social media, Stefan Pongo diffonde, rendendolo virale, il proprio messaggio politico che ha come oggetto la dignità del lavoro, attraverso la quale raggiungere il riscatto sociale mettendo al centro il tema dell’immigrazione, dell’integrazione e quindi dell’antirazzismo per la popolazione ROM. La battaglia e l’impegno di Pongo per il raggiungimento di questi obiettivi per la propria comunità rappresentano un esempio da perseguire per tutti noi affinché le istanze rappresentate nel film diventino patrimonio dell’umanità tutta».

Bergamo Film Meeting ha dato il via alla sua 41a edizione con la sonorizzazione dal vivo di Psycho (1960) di Alfred Hitchcock, ad opera dell’Orchestra Sinfonica Giovanile di Milano diretta dal maestro Anthony Gabriele. L’iconica colonna sonora composta dal Premio Oscar Bernard Herrmann, è stata eseguita dall’Orchestra sulla versione originale. L’evento è stato realizzato con la collaborazione dell’Orchestra Sinfonica di Milano e la sponsorizzazione di Intesa Sanpaolo e Brembo, attraverso il Comitato Bergamo Brescia Cultura 2023.
In nove giorni di programmazione BFM ha proposto: 2 sezioni competitive – la MOSTRA CONCORSO riservata ai lungometraggi di finzione e VISTI DA VICINO, rivolta al cinema documentario – ; la sezione EUROPE, NOW!, dedicata al cinema europeo contemporaneo, che ha presentato in anteprima nazionale la personale completa dei registi Ursula Meier (Francia, Svizzera) e Jaco Van Dormael (Belgio), ed è stata arricchita da una selezione dei film di diploma delle scuole di cinema europee aderenti al CILECT – realizzata in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano – e da Europe, Now! Film Industry Meetings (13 – 14 marzo), le due giornate rivolte ai professionisti di settore; una retrospettiva su Jerzy Stuhr, eclettico e intenso attore polacco di cinema e teatro, oltre che raffinato sceneggiatore e regista; la retrospettiva completa della regista e animatrice ceca Michaela Pavlátová; l’omaggio alla cineasta Kira Muratova, figura di spicco del cinema sovietico e ucraino dagli anni ’60 agli anni ’80; la sezione KINO CLUB, dedicata ai giovani spettatori di ogni età, con le collaborazioni della Cineteca di Milano e dell’olandese Kaboom Animation Festival; la sezione Incontri: Cinema e Arte Contemporanea realizzata in collaborazione con l’Associazione The Blank; insieme a anteprimeproiezioni speciali e il DAILY STRIP, l’appuntamento con alcuni tra i migliori illustratori del panorama italiano del fumetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*