fbpx

CuriosArte: La cornice del quadro dentro la cornice dello schermo

CuriosArte: La cornice del quadro dentro la cornice dello schermo.Nel cinema, gli addetti alla scenografia svolgono un ruolo poco noto ma fondamentale all’interno della realizzazione dei film. Scelgono le location, costruiscono le ambientazioni, assemblano sfondi, sistemano oggetti e dettagli.

Questo perché i personaggi possono essere fortemente influenzati, persino cambiati di segno, dal setting all’interno del quale si muovono. Spesso anche quadri, sculture e installazioni entrano a far parte delle scenografie, e quasi sempre in maniera non casuale. Le opere d’arte possono intonarsi allo stato d’animo dei protagonisti, oppure simboleggiare la classe sociale, la condizione economica, la vanità oppure semplicemente darci degli indizi sull’epoca in cui la scena è ambientata. A volte forniscono una sorta di commento sui personaggi principali che rivela aspetti delle loro personalità.

In questo breve video-saggio, realizzato dall’attrice e videomaker Candice Drouet per il sito web Fandor.com, vediamo un montaggio serrato di pellicole in cui i dipinti fanno da co-protagonisti.

Il video si apre con la Guernica di Picasso in Children of Men (2006). Nella trama del film, Danny Huston come Nigel, funzionario governativo di alto rango gestisce un Ministero per i Beni che si occupa del programma l’Arca delle Arti, che “salva” opere d’arte, come il David di Michelangelo (anche se con una gamba rotta), la Guernica di Picasso , e il bacio dei poliziotti britannici di Banksy.

Altro quadro famoso che compare nella carrellata di sequenze è Le Ninfee di Monet in Titanic (1997). Jack ammira Le Ninfee di Monet, peccato che Monet le abbia dipinte circa 15 anni dopo il naufragio del Titanic ovvero nel 1927.

Ancora nel film c’è un’altra sequenza curiosa dal punto di vista artistico, sequenza in cui si vede Rose (Kate Winslet) mostrare a Cal alcuni suoi dipinti di Picasso e Monet, tra i quali Les Demoiselles d’Avignon che è attualmente conservato al MOMA di New York. È difficile credere che il dipinto si trovasse a bordo del Titanic e che, dopo il disastro, sia stato salvato.

A parte questi “curiosi casi anacronistici” di solito i dipinti hanno un ruolo simbolico molto forte all’interno dei film. Si tratta a volte di quadri molto famosi, ma anche di dipinti anonimi, che però rivestono un significato importante per lo svolgimento della storia, come accade per i ritratti animali che prendono vita in Amélie (2001).

Tantissime le comparse illustri: da Dürer a Longo, passando per Rothko, Magritte e Katz. L’intero documentario è davvero un piccolo viaggio di scoperta nel cinema alla ricerca delle opere nascoste.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *