fbpx

POPs Festival – The Queen Symphony

POPs Festival - The Queen Symphony Dopo il primo appuntamento di giovedì 16 giugno, un tributo sinfonico ai Beatles, la Stagione Estiva dell’Orchestra Sinfonica di Milano prosegue domenica 19 giugno alle ore 20.30 con “The Queen Symphony”, concerto-tributo alla musica dei Queen eseguita da una grande orchestra sinfonica. Per questo concerto che sarà diretto dal Maestro Giovanni Marziliano, nell’organico della formazione sinfonica dell’Orchestra Sinfonica di Milano al gran completo, sono stati inseriti alcuni strumenti elettrici, mentre le parti vocali sono affidate a un Ensemble vocale di otto elementi. L’appuntamento è fissato per domenica 19 giugno alle ore 20.30, insieme all’Orchestra Sinfonica di Milano diretta da Giovanni Marziliano. Un gruppo iconico del rock e della cultura di massa dagli anni ’70 agli anni ‘90, con una popolarità intensificata dal grande successo del film “Bohemian Rhapsody” di Bryan Singer (con uno strepitoso Rami Malek nei panni di Freddy Mercury) campione di incassi e trionfatore ai Golden Globes 2019 e agli Oscar 2019. Fatto curioso relativo al logo della band: Freddie Mercury lo disegnò poco prima dell’uscita del primo album del 1973. Voleva un “simbolo dell’epoca”, basandosi sullo stemma reale del Regno Unito, integrando per questo motivo eleganza, patriottismo e regalità. L’immagine include i segni zodiacali dei quattro componenti della band; due leoni che identificano Taylor e Deacon presidiano la corona della regina al centro di una Q (Queen) sormontata da un granchio color bronzo metallico che indica il segno di May, il Cancro, sopra il quale si libra un anello di fiamme che dà l’impressione di una seconda corona. Due fate rappresentano invece la Vergine (segno zodiacale di Mercury).

La scaletta rispetta la tradizione dei Queen nei loro concerti live più famosi: in apertura “One vision”, brano di Roger Taylor, ispirato al celeberrimo discorso di Martin Luther King Jr e in chiusura “We are the Champions” scritto da Freddie Mercury e considerato uno degli inni rock più famosi e iconici della storia della musica. Durante il concerto verranno eseguiti i brani più celebri del vasto repertorio dei Queen, tra cui Bohemian Rhapsody, Radio Gaga, We Will Rock You, Crazy Little Thing Called Love, Don’t Stop Me Now, I Want To Break Free, Somebody to Love, e tanti altri nella loro trascrizione per orchestra sinfonica.

Biglietti. Intero: 25 €. Over 60 e Convenzioni: 20 €. Under 30 e Sostenitori: 15 €. Orari biglietteria: Martedì – Domenica, 10 – 19; Recapiti: T. 02 83389.401, e-mail: [email protected]

Programma

arrangiamenti Gill Townend

One Vision

I Want It All

Killer Queen

Who Wants To Live Forever

I Want to Break Free

Somebody To Love

Don’t Stop Me Now (coro)

These Are the Days of Our Lives

Crazy Little Thing Called Love

Radio Gaga

Bohemian Rhapsody (coro)

We Are the Champions

Giovanni Marziliano, Direttore

Giovanni Marziliano è entrato giovanissimo a far parte dell’orchestra sinfonica di Milano LaVerdi dove, dal 2007, ricopre la posizione di concertino dei violoncelli, e presso la quale ha maturato una grande esperienza in ambito sinfonico avendo la possibilità di lavorare con Maestri quali Chailly, Muti, Giulini, Gergiev, Pretre,Noseda, Honeck, V. Jurovsky. Dopo aver debuttato nel 2008 con laVerdi , dirigendo Pierino e il Lupo di Prokofiev e Guida del giovane all’orchestra di Britten, dal 2009 al 2012 ricopre il ruolo di direttore musicale dell’ensemble Hornpipe con il quale realizza, tra le altre cose, la prima esecuzione milanese dell’opera Savitri di G. Holst presso il teatro Dal Verme, in collaborazione con l’Accademia della Scala. La continua collaborazione con laVerdi lo porta a partecipare sempre più attivamente alla vita musicale dell’orchestra permettendogli di svolgere una intensa attività concertistica nella veste di direttore e ricoprendo in diverse occasioni il ruolo di preparatore collaborando così con i direttori ospiti dell’orchestra; M° Zhang, Settima sinfonia di Beethoven (2013), M° Gibault, Decima sinfonia di Mahler, M° Vacchi, Veronica Franco (2014), M° Bacalov, per l’opera Le Barbatelle (2015).Dal 2013 entra come assistente del M° Bignamini e preparatore dell’orchestra laVerdi per tutti. Con questa formazione realizza sia lezioni concerto per le scuole, sia concerti nella stagione dei Crescendo in Musica, sia concerti presso l’Auditorium di Milano dirigendo molti importanti brani sinfonici tra cui: Sinfonia n.1 di Brahms, Sinfonia n.8 di Schubert, Lo Schiaccianoci, Sinfonia n.6 Patetica di Tchaikovsky.Ad agosto 2013 dirige in prima assoluta in Italia e per la prima volta senza i Deep Purple, il Concerto for group and orchestra di John Lord (Deep Purple) e Sweeney Todd di Malcom Arnold, concerto che ha avuto un grande seguito di critica e che è stato nuovamente inserito nella stagione Estiva dell’Orchestra Verdi nel 2016 insieme ad una trascrizione per gruppo Rock e orchestra della versione di ELP da Pictures at an Exhibition. Sempre nel 2016 viene selezionato a partecipare ad alcuni concorsi internazionali di direzione d’orchestra tra cui il Nino Rota Competition e risulta finalista al’EMA a Teplice. A settembre 2014 dirige in prima assoluta lo spettacolo Insalata Portena (tango e dintorni) di Luis Bacalov. Dal 2014 studia col M° Barbacini seguendolo nelle sue più recenti produzioni di La Bohème a Bari (2015) e di Il Barbiere di Siviglia all’opera di Stoccarda (2016). Lo scorso mese di Febbraio (2018) ha debuttato qui a Milano La Traviata per Voce all’Opera e a Lesa, nel mese di settembre, Elisir d’amore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend