Vai al contenuto

Stasera in tv appuntamento con “Sapiens-Un solo pianeta”

Il motore Terra

Stasera in tv appuntamento con "Sapiens-Un solo pianeta"

La Terra può essere considerata una macchina? E, se sì, come è fatto il motore della Terra? Il suo calore ha davvero creato la vita? Si può estrarre più energia dai fenomeni naturali? Queste le domande alle quali “Sapiens-Un solo pianeta“, in onda sabato 15 giugno alle 21.45 su Rai 3, proverà a dare una risposta attraverso l’approccio alla divulgazione scientifica che da sempre contraddistingue il lavoro di Mario Tozzi.
In un momento storico nel quale la ricerca di fonti energetiche green è una priorità a livello mondiale, “Sapiens” racconta quanto e come il pianeta Terra sia una macchina capace di produrre energia che si manifesta in superficie con fenomeni talvolta spettacolari, spesso spaventosi, a volte catastrofici. Ma sono fenomeni che i sapiens – sebbene nel corso dei secoli abbiano imparato a sfruttarli in modo sempre più ingegnoso – devono riconsiderare nell’ottica di un nuovo approccio all’approvvigionamento e al consumo energetico.
La complessa macchina che si muove sotto i piedi di tutti ha una storia lunga miliardi di anni che trova le sue origini dal momento in cui all’interno del sistema solare si è formato un nuovo pianeta, la Terra che assomiglia a una cipolla. E’ fatta, in altre parole, da enormi gusci concentrici di cui, però, si sa molto poco. Il centro della Terra ha incuriosito non solo gli scienziati, ma anche artisti e letterati che vi hanno immaginato ogni tipo di ambiente, ma nessuno può conoscerlo realmente e dalla superficie si possono fare diverse ipotesi.
I fenomeni geotermici che Mario Tozzi mostrerà direttamente dalla Toscana raccontano dell’incontro tra la Terra e i sapiens. Le fumarole e gli spettacolari soffioni boraciferi mostrano la quantità di energia che il pianeta Terra è in grado di sprigionare. L’Italia è stato il primo Paese a sfruttare l’energia geotermica.
Un appuntamento assolutamente da non perdere.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend