fbpx

"GROPPI D’AMORE NELLA SCURAGLIA" di Tiziano Scarpa in scena con Silvio BarbieroDopo aver animato, durante i mesi di lockdown, il palcoscenico virtuale del Teatro Stabile del Veneto con la favola della buonanotte Il bambino che non riusciva a dormireTiziano Scarpa torna ed essere ospite dello Stabile del Veneto con un suo celebre testo teatrale: giovedì 3 settembre (ore 19.00) al Verdi di Padova, nell’ambito della la stagione estiva “Tutti i gusti del teatro”, va in scena lo spettacolo Groppi d’amore nella scuraglia interpretato dall’attore Silvio Barbiero.

Un racconto in versi che, attraverso una lingua inventata che richiama i dialetti del Centrosud, descrive un percorso di rinascita e, in qualche modo, di redenzione. Il linguaggio poetico di Scarpa deforma il nostro immaginario: i corpi dei protagonisti divengono archetipi grotteschi di un mondo in sfacelo; figure che richiamano l’immaginario di Bosch raccontando la storia di Scatorchio e del suo amore per Sirocchia in un paese sommerso dai rifiuti.

Pochi gli elementi in scena utilizzati per rappresentare una storia ricca di elementi narrativi, che non manca mai di sorprendere per l’originalità delle soluzioni messe in atto. Lo spettatore si trova così immerso in un mondo composto da suoni antichi ma pur sempre riconoscibili, da immagini, musiche che richiamano un mondo naïve tracciato con pennellate severe e marcate.

Tiziano Scarpa

Scrittore italiano (n. Venezia 1963). S. oltre che romanziere è autore di poesie, di programmi radiofonici (come Pop corn, 1997; La visita, 2006; La musica nascosta, 2008) e scrive testi teatrali (tra cui Comuni mortali, 2007; L’inseguitore, 2008; L’ultima casa, 2011; L’infinito, 2011). Negli anni Ottanta ha anche sceneggiato alcuni fumetti per Frigidaire. Ha collaborato per diversi quotidiani e riviste ed è stato tra i fondatori della rivista on-line Il primo amore e del blog Nazione Indiana. Prima di vincere con Stabat Mater (2009) il Premio Strega e il SuperMondello, ha pubblicato altri romanzi, come Occhi sulla graticola (1996) e Kamikaze d’occidente (2003). Tra gli ultimi scritti si ricordano: Le cose fondamentali (2010), Il brevetto del geco (2016), tutti nel 2018, il romanzo Il cipiglio del gufo e le raccolte di versi Le nuvole e i soldi e Una libellula di città e altre storie in rima, e La penultima magia (2020).

Teatro Verdi | Padova

3 settembre – ore 19.00

Groppi d’amore nella scuraglia

con Silvio Barbiero

regia Marco Caldiron

scene Paolo Bandiera

costumi Anna Cavaliere

musiche Sergio Marchesini, Debora Petrina

produzione Carichi Sospesi

Share.

Leave A Reply

Aggiornamenti di PuntoZip Vuoi ricevere gli aggiornamenti di PuntoZip in tempo reale? No Sì, certo!
Send this to a friend