fbpx

Recensione: “Questa sera Rock ‘n’ Roll. La mia vita tra un assolo e un sogno” – il suono pulito delle sei corde

Recensione: "Questa sera Rock ‘n’ Roll. La mia vita tra un assolo e un sogno" - il suono pulito delle sei corde“Questa sera Rock ‘n’ Roll. La mia vita tra un assolo e un sogno”
di Maurizio Solieri con Massimo Poggini
Edizioni Vololibero

Se volete sapere chi c’è dietro alla composizione della musica di canzoni vascorossiane come C’è chi dice no, Staser, Ridere di te oppure Rock’n’roll, “Questa sera Rock ‘n’ Roll. La mia vita tra un assolo e un sogno” fa proprio per voi. Maestro della chitarra elettrica, fondatore dela Steve Rogers Band e storico collaboratore di Vasco Rossi, ma anche artista solista, Massimo Soleri attraverso questo libro taglia il velo della distanza con il pubblico grazie anche all’aiuto del giornalista Massimo Poggini. Mette a nudo ricordi e pensieri di una vita passata tra tour, concerti, amicizie, eccessi, riflessioni e una via costellata di successi discografici.

Con l’aggiunta di quattro capitoli inediti e un nuovo inserto discografico, il testo è uno scorrere sulla memoria che diventa tempo passato ma anche emozione eterna per chi ha fatto della musica la sua vita, partendo dalla scelta di interrompere gli studi universitari, fino ad arrivare a muoversi sul palco alle volte anche non dando il meglio di sé, ma sicuramente vivendo tutto intensamente fino all’ultima nota.
Solieri ci guida in un turbinio fatto di audaci groupie, concerti pieni di un pubblico emozionato pronti a vivere le sensazioni che i musicisti stavano per offrire, narra del periodo in cui Vasco Rossi inizia ad allontanarsi dalla Steve Rogers Band per concentrarsi sulla sua carriera da solista, ci svela il ricordo bello del rapporto privilegiato con Guido Elmi e Massimo Riva.
Quest’ultimo è ricordato da Solieri con malinconia, soprattutto nella frase “Io di Massimo ricordo soprattutto i lati positivi, l’allegria, la grande energia, il saper essere amico un po’ di tutti”.

“Questa sera Rock ‘n’ Roll. La mia vita tra un assolo e un sogno”
è la finestra su una vita straordinaria dove aneddoti e sensazioni emergono ordinati come le pagine del libro stesso, un racconto scandito a tempo di musica, schietto come ogni nota che Soleri ha composto, senza pietismi, perbenismi né omissioni.
Per il lettore un viaggio affascinante e divertente, a volte scomodo, non sempre politicamente corretto, ma alla fine così è la vita, fatta di tecnica e volumi altissimi, bassi potenti che si alternano con la voglia di sentire solo il suono pulito delle sei corde.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend