Vai al contenuto

Stasera in tv grande appuntamento con Cinema Italia

Galantuomini

Stasera in tv grande appuntamento con Cinema Italia

Ignazio De Raho e Lucia Rizzo si conoscono sin dall’infanzia, trascorsa nel Salento della fine degli anni ‘60. Quando si ritrovano nei primi anni ’90, Ignazio è un affermato magistrato e Lucia il braccio destro di un boss della droga. E’ il film di Edoardo Winspeare, con Donatella Finocchiaro, Fabrizio Gifuni e Beppe Fiorello, “Galantuomini”, in onda sabato 6 luglio alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “Cinema Italia”.
Per il film, una vittoria al Festival Internazionale del Film di Roma 2008 con Marc’Aurelio d’Argento per la migliore interprete femminile (Donatella Finocchiaro), una candidatura al David di Donatello 2009 per la miglior attrice protagonista (Donatella Finocchiaro) e due candidature ai Nastri d’Argento 2009: miglior attrice protagonista (Donatella Finocchiaro) e miglior attore non protagonista (Beppe Fiorello).

Winspeare, dopo vari documentari, cortometraggi sulle tradizioni salentine girati tra la fine degli anni ottanta e l’inizio degli anni novanta (A Toilette’s Short Story, Wo der Wolgastrom sich windet, San Paolo e la tarantola e L’ultimo Gattopardo ne sono esempi), nel 1996 produce il lungometraggio Pizzicata. Il regista già con questo film d’esordio, che descrive il contesto storico e culturale del tarantismo, si fa apprezzare in Italia e all’estero: la pellicola viene presentata in decine di festival tra cui Berlino, San Francisco e San Sebastian, dove riceve una Menzione Speciale. Si allontana momentaneamente dall’ambiente cinematografico fondando con alcuni amici nel 1992 il gruppo musicale Zoe (poi Officina Zoè).

Nel 1999 fonda con Gustavo Caputo la Saietta Film che in quindici anni produce due lungometraggi e una trentina fra documentari e cortometraggi.

Nel 2000 il film Sangue vivo, in dialetto salentino sottotitolato in italiano, primo vero successo di pubblico. Vince il premio “Nuevos Directores” al Festival di San Sebastian ed è il primo film italiano ad essere presentato al Sundance Film Festival di Robert Redford. Vince inoltre tre Grolle d’Oro, come miglior film, miglior produzione.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend