fbpx

Da domani con Il Sole 24 Ore La Guida “Tutti In Classe (Ma Come?)” Le nuove regole da seguire per famiglie, Studenti, Docenti

Da domani con Il Sole 24 Ore La Guida "Tutti In Classe (Ma Come?)" Le nuove regole da seguire per famiglie, Studenti, DocentiRientro in classe per 8 milioni di studenti italiani dopo 6 mesi di chiusura, tra lockdown e vacanze. L’inizio delle lezioni varia da regione in regione e se l’inizio delle lezioni è certo, il prosieguo lo è un po’ di meno. Complici i rebus che saranno risolti solo dopo la riapertura: dai tamponi per i supplenti (ed eventualmente per gli alunni) ai prof che mancano fino agli spazi esterni da affittare e ai banchi monoposto da consegnare. Il Gruppo 24 ORE viene incontro alle esigenze di chiarimento su come affrontare i vari aspetti del rientro in classe con una serie di iniziative in edicola, sul web e on air.

Il Sole 24 Ore dà appuntamento sabato 12 settembre con la guida TUTTI IN CLASSE (ma come?), un vademecum di 104 pagine per aiutare le famiglie e i ragazzi ad arrivare preparati, e soprattutto informati, al rientro in classe. La guida, ricca di contenuti inediti e autorevoli, fa il punto della situazione sul fronte medico, dai dispositivi di protezione ai nuovi banchi, sul fronte normativo, tra linee guida e date chiave, e su tutti gli ambiti collegati, dai trasporti ai docenti e al personale scolastico, a chi studia all’estero, agli impatti sul lavoro per i genitori.

Per l’aggiornamento in tempo reale è online su ilsole24ore.com un dossier dedicato alla riapertura delle scuole nell’anno del Covid-19 tra linee guida incerte e regole ancora in via di definizione. Il dossier anticipa tutte le ultime novità e seguirà i giorni successivi al via ufficiale attraverso news, interviste, inchieste in  https://www.ilsole24ore.com/dossier/20200825-riparte-scuola-ADIOdwk. Inoltre da lunedì 14 settembre con Lab24 sarà anche lanciato, dalla home page del sito, un pannello in cui i lettori potranno raccontare storie, fare segnalazioni sui problemi, sulle difficoltà della ripartenza. Un luogo dove raccontare la propria esperienza ma anche seguire le storie degli altri.

Radio 24 lunedì 14 settembre si mette la cartella in spalla e dedica l’intera giornata alle tematiche della scuola con RADIODAY Speciale Scuola: nei GR e nei programmi le voci dalle regioni in cui  suonerà la campanella. Una ripartenza con tante incertezze, ma che rappresenta anche un’opportunità per fondare una nuova scuola. Fra igienizzanti, mascherine, scotch per terra,  Radio 24 andrà nelle scuole delle varie regioni, per raccontare la situazione ma anche le ansie di inizio ripresa e la voglia di ragazzi e docenti di tornare a scuola. Collegamenti in diretta e interviste ai genitori, insegnanti, studenti e presidi nelle scuole di tutt’Italia per un racconto di cosa accade nelle scuole nei Gr e nei reportage. Molti approfondimenti in tutti i programmi di lunedì 14 settembre e in particolare in Tutti a scuola, uno spazio dedicato ai temi della scuola, in onda ogni lunedì, dalle 9.30, all’interno di “Uno, nessuno, 100Milan” con testimonianze ed esperti, per dare voce ai protagonisti del mondo della scuola. Non solo, Radio 24 anticipa sabato 12 settembre ore 8.15 con il reportage SCUOLA, VOGLIA DI RIPARTIRE. EMOZIONI E PAURA AL LICEO VOLTA DI MILANO andando in una scuola milanese per vedere come sono le aule e raccogliere testimonianze di studenti e insegnanti. Domenica 13 settembre ore 8.15 su Radio 24  va in onda con un altro REPORTAGE: COVID 19, CITTA’ IN MOVIMENTO: TRASPORTI ALLA PROVA DI SCUOLA E LAVORO: Radio 24 per una settimana è andata in viaggio tra autobus, metropolitane, tram per capire chi si muove e come si muove, con le testimonianze di Milano, Genova, Roma e Napoli. Nell’Italia ante COVID-19, in un giorno medio feriale, si registravano circa 100 milioni di spostamenti. Oltre 8 su dieci in auto e moto, il 14,2% con i mezzi pubblici. Oltre 14 milioni al giorno. Soltanto a Milano prima del coronavirus si registravano 2,2 milioni di passeggeri al giorno su tutta la rete (metro, autobus, tram e filobus).  E ora? Tra mascherine, distanziamenti e plexglass le città si sono messe in movimento e sono in attesa dell’avvio della scuola chiusa per quasi 8 mesi, record in Europa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *