fbpx

Ecco il video del nuovo singolo di AIELLO, “CHE CANZONE SIAMO”

Ecco il video del nuovo singolo di AIELLO, “CHE CANZONE SIAMO”“CHE CANZONE SIAMO”, scritta da AIELLO e prodotta da Iacopo Sinigaglia e Alessandro Forte, è una ballad contemporanea figlia del “new pop” dell’artista, che fa della contaminazione di generi la sua firma. AIELLO, questa volta, mescola cantautorato italiano, pop internazionale e suoni urban, in modo potente ed empatico. La ricercatezza del sound e le parole dirette, mai scontate, scelte per raccontare la fine di una relazione, arrivano dritte al petto e al cuore. Il singolo, che si apre con le note delicate di un pianoforte, segue un crescendo emotivo fino al ritornello fortemente elettronico. In questa canzone, sicuramente la più urban della sua produzione, i suoni pop della chitarra acustica e del pianoforte incontrano quelli più acidi della synth lead che crea un arpeggio volutamente fuori tempo rispetto al metronomo. Sentimento e Sperimentazione sono le forze motrici della visione artistica del cantautore.

«“CHE CANZONE SIAMO” è quella domanda che avremmo voluto fare e che non abbiamo fatto, è una confessione rivelatrice, è guardare dritto l’orizzonte, perché il peggio è passato… quando realizzi che incontrarsi è stato il regalo più bello della vita, ma anche perdersi è stato salvifico per tutti”»

Il video, diretto da Giulio Rosati e prodotto da Borotalco.tv, racconta il dolore che si prova alla fine di una relazione e la lenta rinascita che ne consegue. La malinconia del protagonista viene espressa attraverso le immagini che si susseguono in un “notturno” denso, in cui l’atmosfera è cupa e la nebbia avvolge ogni cosa; il ritmo è serrato e il costante cambio di location, unito al movimento della telecamera, enfatizzano lo stato d’animo del cantautore. L’intenso pathos emotivo trasmesso da questa evoluzione spirituale raggiunge l’acme nell’ultima scena, quando le stelle, anziché cadere, salgono verso il cielo, tracciando scie inedite. I tagli sulle mani e sul petto non buttano fuori sangue, ma una luce accecante, come a dire che le ferite del cuore sono premesse di nuova vita.

Dopo il grande successo ottenuto con “VIENIMI (a ballare)”, certificato disco d’oro con oltre 10 milioni di stream e quasi 10 milioni di views, AIELLO torna con un singolo che esprime l’importanza di riconoscere in una canzone condivisa la storia d’amore e certi ricordi indelebili. Ogni volta che questo riferimento manca, gli amanti si troveranno a rivivere la relazione passata in ogni brano che passerà alla radio.

AIELLO - CHE CANZONE SIAMO

Biografia

Nell’estate 2020 AIELLO pubblica il singolo “VIENIMI (a ballare)”, anticipazione del suo nuovo progetto musicale e certificato disco d’oro. Il brano ha suggellato un anno significativo per l’artista, con una nomination alla 65° edizione del David di Donatello, nella categoria miglior canzone originale con il brano “Festa” (colonna sonora del film “Bangla”) e un tour in partenza quasi sold out, successivamente rimandato al 2021 a causa della situazione sanitaria attuale. Cosentino di nascita, romano di adozione, AIELLO ha iniziato a studiare pianoforte e violino a 10 anni mostrando da subito interesse per i grandi nomi della scena soul. A 16 anni scrive i primi testi e nel 2011 pubblica la sua prima canzone dall’impronta pop-autorale, “Riparo”. Affamato di musica, di visioni e di culture differenti, sceglie di viaggiare intorno al mondo per sperimentare altri sound ed evolversi come artista. Si avvicina così a sonorità inedite che contribuiscono a plasmare uno stile musicale sempre più originale. Nella primavera 2017 pubblica “Hi-Hello”, il suo primo EP, un progetto indie-pop, elettronico, anticipato dal singolo “Come Stai”. Nel settembre 2019 esce il suo primo album “Ex voto”, che contiene i singoli di successo “Arsenico” (disco di platino), “La mia ultima storia” (disco d’oro) e “Il cielo di Roma”.

Segui AIELLO su:

Instagram

Instagram.com/_aiello__

YouTube

http://bit.ly/2lYLIUZ

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *