fbpx

“Omero non piange mai”. Andrea Pennacchi racconta in due episodi le grandi opere di Omero

 "Omero non piange mai". Andrea Pennacchi racconta in due episodi le grandi opere di OmeroCosa rimane oggi dell’Iliade? È possibile raccontare ancora l’Odissea? È la sfida di Omero non piange mai la nuova produzione del Teatro Stabile del Veneto, un video racconto ideato e messo in piedi da Andrea Pennacchi durante le settimane di lockdown con le musiche di Giorgio Gobbo e le illustrazioni di Vittorio Bustaffa per la regia di Marco Segato in un format originale a cura di Teatro Boxer, che sabato 23 maggio (dalle ore 20.00) debutta in prima assoluta sui canali YouTube dei Teatri del Nordest. Il primo episodio, Racconti sull’Iliade, infatti, è la proposta dello Stabile del Veneto per il weekend del Nordest in tournée e sarà disponibile anche sui canali del Teatro Stabile di Bolzano, del Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e su quello del Teatro Sloveno.

Il primo episodio dedicato all’Iliade è una costola di Eroi, spettacolo nato molti anni fa, con la regia di Mirko Artuso, finalista al Premio off 2011 del Teatro Stabile del Veneto. Il secondo, dedicato all’Odissea sarà un nuovo racconto, che muoverà i primi passi via web, nella speranza di camminare su di un palco. Come due immense fortezze piene di tesori appena velati dal tempo, Pennacchi racconterà della guerra sotto le mura di Troia e dei viaggi di Ulisse, intimorito e umile di fronte alla bellezza,  resterà fedele al racconto originario del primo grande narratore della storia, pur inserendo qualche spunto personale, per permettere a ognuno di vedere nella propria mente, di riempire le parole del narrato con le immagini della propria esperienza e della fantasia. Cosa rimane oggi dell’Iliade? È possibile raccontare ancora l’Odissea? Due monumenti letterari che possono incutere timore solo a nominarli ma che Teatro Boxer proverà ad affrontare insieme all’ascoltatore.

Omero non piange mai

Episodio 1 – racconti sull’Iliade

di e con Andrea Pennacchi

musiche Giorgio Gobbo

illustrazioni Vittorio Bustaffa

un format a cura di Teatro Boxer

regia e montaggio video Marco Segato

camera Marco Segato, Luca Zambolin

suono Marco Zambrano

produzione Teatro Stabile del Veneto

Come stirpi di foglie, così le stirpi degli uomini, le foglie, alcune ne getta il vento a terra, altre la selva fiorente le nutre al tempo di primavera. Così la stirpe degli uomini nasce una, l’altra si dilegua.

Omero

https://www.teatrostabileveneto.it/una-stagione-sul-sofa-3/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *