Stasera in TV: “1918-1939”. La pace fragile. Donne e rivoluzione

Stasera in TV: "1918-1939". La pace fragile. Donne e rivoluzioneL’anarchica francese May-Jeanne Picqueray arriva a Mosca con altri compagni e prende coscienza degli orrori della rivoluzione bolscevica.
Si scontra apertamente con uno dei leader rivoluzionari, Leon Trotskij, verrà arrestata e dovrà lasciare l’Unione Sovietica. A Mosca si trova anche Nguyen Ai Quoc, che entra a far parte del Comintern, continuando a coltivare il suo sogno di rivoluzione e indipendenza per il Vietnam. Sono le donne “contro” le protagoniste di “1918 – 1939. La pace fragile” in onda stasera alle 22.10.
In Svezia, intanto, Elise Ottesen si reca alle miniere di Grängesberg e resta colpita dalle condizioni di povertà in cui vivono le donne del posto, comprendendo che una maternità consapevole è il primo passo per una reale emancipazione femminile. In Germania, Rudolf Höss, già militante dei Freikorps, viene catturato nella Slesia e incarcerato. Dopo il fallito colpo di stato di Hitler in Baviera, nel novembre del 1923, dovrà cercare di sopravvivere nelle durissime condizioni della prigione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *