Vai al contenuto

Stasera in tv “Punto Nave. Mappe per l’immaginario”

Agape. Festival Biblico 2024

Stasera in tv "Punto Nave. Mappe per l'immaginario"

Il Festival Biblico compie vent’anni, con oltre 200 appuntamenti in programma da aprile tra Vicenza, Verona, Padova, Rovigo, Vittorio Veneto, Treviso, Chioggia, ma anche con le novità di Alba, Catania e Genova. E proseguirà durante l’estate, poi, con un’iniziativa speciale anche in autunno, il 9 e 10 novembre, nel Festival Biblico tech. “Punto Nave. Mappe per l’immaginario” con Carolina Di Domenico – in onda mercoledì 3 luglio alle 21.15 su Rai 5 – dedica il suo viaggio ai protagonisti di questa edizione che ha come tema l’amore attraverso la misteriosa parola Agape ricca di significati reconditi, fondamentale per i rapporti che permette di stabilire con il prossimo. E’ il contrario dell’“eros”, della passione incontrollata: nella teologia cristiana “agape” indica l’amore di Dio, però, nel senso più laico e ampio del termine è amore disinteressato, slancio verso gli altri. Inoltre, negli autori della Grecia classica il verbo “agapao” significava “amare senza riserve” ma anche “accogliere con affetto” mentre il sostantivo nell’“Iliade” indicava l’ “amore della virilità” o il “coraggio spirituale”.
Tra le meraviglie di Vicenza la conduttrice Carolina Di Domenico introduce al prezioso concetto, incontrando ospiti straordinari come Nada, Massimo Cacciari, il cardinal Tolentino de Mendonca, il teologo Francois Julienne, i padri domenicani Timothy Radcliffe e Łukasz Popko. L’argomento, affrontato nelle sue sfumature, è la capacità di aprirsi al mondo e alla necessità della sua riscoperta. Ne parla la direttrice del Festival Roberta Roccelli a cui si aggiungono le considerazioni del filosofo Felice Cimatti, conduttore su Rai Radio 3 della fortunata trasmissione “Uomini e profeti”,  della teologa Elisabeth Green che offre una rivoluzionaria lettura del Vangelo in chiave femminile, dell’economista Luigi Bruni  che affronta il tema del dono come nuova frontiera del sistema capitalista e del musicista e compositore Dardust il quale sottolinea il ruolo della musica come mezzo di dialogo col mondo.
Appuntamento da non perdere.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend