Corto Dorico Film Fest: arriva “Allah Loves Equality”, il documentario girato in Pakistan sui diritti LGBTQIA

Tra le novità della XVI edizione di Corto Dorico, nella sezione internazionale del festival, sabato 7 dicembre sarà presentato il documentario Allah Loves Equality del regista pakistano, italiano di adozione, e attivista dei diritti umani Wajahat Abbas Kazmi.Corto Dorico Film Fest: arriva "Allah Loves Equality", il documentario girato in Pakistan sui diritti LGBTQIA
Il documentario, realizzato grazie al crowdfunding e sostenuto dal patrocinio di Amnesty International dà voce al mondo LGBTQIA (composto da lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer, intersex e asessuali) nella Repubblica islamica del Pakistan. Una realtà fortemente presente e che rivendica i propri diritti ma che è poco nota, all’occidente. Attraverso interviste realizzate a musulmani omosessuali e transgender nella loro vita quotidiana, il documentario ci apre al mondo dei diritti delle minoranze sessuali in uno dei paesi islamici più integralisti portando alla luce quali sono gli atteggiamenti sociali nei loro confronti in una società controversa, complessa e caraterizzata da profonde contraddizioni.
Per la prima volta davanti a una telecamera, vere coppie omosessuali hanno deciso di mostrarsi pubblicamente e di raccontare la propria storia al mondo. Tra loro transgender e sex workers ma anche quanti combattono quotidianamente contro il pericolo dell’HIV. Una comunità che si racconta apertamente rendendo pubblici i rischi che la retorica fondamentalista fa correre a chi vive la propria identità sessuale senza nascondersi e per questo è considerato immorale e blasfemo.
Il documentario diretto da Wajahat Abbas Kazmi, scritto da Sunny Faisal Zia e prodotto da Michele Benini, Elena De Piccoli e Pier Cesare Notaro, realizzato con gli attivisti de Il Grande Colibrì, è stato oggetto di una campagna di crowdfunding e ha poi ottenuto il patrocinio di Amnesty International.
Alla presentazione al festival in collaborazione con ESNA Consulenza di Genere Rete Che Gender, oltre al regista, ci sarà in collegamento video Ludovic-Mohamed Zahed, Imam di Marsiglia.

Wajahat Abbas Kazmi, cresciuto in Italia, nel 2009 è tornato nella sua terra natia per realizzare, come sceneggiatore e produttore, il lungometraggio The Dusk (2011), che affronta la discussa questione delle persone scomparse in Pakistan e ha suscitato varie controversie. Ha poi prodotto The Blue Veins (2011), Message for God (2012) e Fatwa – The final verdict (2014), che indaga sulle ragioni della crescita del terrorismo religioso in Pakistan.

“Corto Dorico”, diretto da Daniele Ciprì Luca Caprara, alla sua XVI edizione si svolgerà ad Ancona dal 30 novembre all’8 dicembre. Il Festival è co-organizzato dall’associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona.

Tutte le info sul sito www.cortodorico.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *