fbpx

Monini adotta 100 mila api per celebrare il suo Centenario

Monini adotta 100 mila api per celebrare il suo CentenarioMille api adottate per ogni anno di vita trascorso: così Monini, l’azienda che ha fatto conoscere l’extravergine agli italiani, ha scelto di celebrare quest’anno il proprio Centenario, dando “famiglia” a 100 mila api cittadine dell’hinterland milanese.

I preziosi insetti sono infatti ospitati nei terreni dell’azienda agricola biologica Terrafiena di Carugate, dove dal 2015 le api vengono allevate grazie a un progetto di salvaguardia promosso da LifeGate, Bee My Future, che quest’anno l’impresa spoletina ha deciso di affiancare con un’importante adozione. L’iniziativa si inserisce nel solco di una collaborazione avviata nel 2018, che ha permesso di tutelare – grazie ad un originale concorso che ha messo al centro i consumatori italiani – le api del Gargano, terra natia dell’olio extravergine Monini Bios.

Il benessere di questi piccoli insetti è del resto vitale: infaticabili lavoratrici e prime sentinelle dello stato di salute del nostro ambiente, sono indispensabili a garantire il cibo sulle nostre tavole. Dal loro lavoro – e da quello degli altri colleghi insetti impollinatori – dipende infatti il 75% delle coltivazioni alimentari. Per questo il 20 maggio tutto il mondo celebra le api con una Giornata Mondiale, ricorrenza istituita nel 2018 per attirare l’attenzione pubblica sulla necessità di proteggere la loro salute, messa a dura prova dalle attività umane e dai cambiamenti climatici.

Solo un progresso in equilibrio con l’ambiente può garantire un futuro alle nuove generazioni e a tutti gli abitanti del pianeta. Nasce da questa consapevolezza il “Piano di Sostenibilità 2020 – 2030”, il progetto del nuovo decennio di Monini che ambisce ad indicare una nuova rotta per lo sviluppo del settore in Italia, con azioni concrete dal campo (api comprese) alla tavola.

Monini S.p.A.

Fondata nel 1920 da Zefferino Monini, bisnonno di Maria Flora e Zefferino che guidano oggi l’azienda, Monini è da sempre ai vertici tra i brand leader di mercato in Italia nella produzione e commercializzazione di olio extravergine d’oliva. A cento anni dalla sua nascita, si basa ancora sulla tradizione artigianale del “saper fare” e della qualità a difesa di un prodotto simbolo del Made in Italy e della dieta mediterranea. La società fattura 144 milioni di euro, realizzati per il 44% all’estero dove esporta in più di 60 Paesi, impiega 138 persone e produce una media annua di oltre 30 milioni di litri di olio, di cui l’84% extravergine.

Tradizione e modernità, solide radici locali e vocazione internazionale sono le due anime che convivono nell’impresa che ha fatto conoscere l’extravergine agli italiani e che sta contribuendo a farlo scoprire e apprezzare al resto del mondo, pur mantenendo una vocazione sartoriale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *