fbpx

Scena 1312: a Bardonecchia brividi in alta quota con Robert, Jekyll & Hyde.

Scena 1312: a Bardonecchia brividi in alta quota con Robert, Jekyll & Hyde.Giovedì 30 dicembre appuntamento da brividi in quota con la rassegna di musica-teatro Scena 1312, promossa dal Comune di Bardonecchia e curata da Accademia dei Folli per la parte teatrale ed Estemporanea per quella musicale.

Alle ore 21 al Palazzo delle Feste l’Accademia dei Folli porta in scena lo spettacolo Robert, Jekyll & Hydenuova produzione dedicata al classico di Robert Louis Stevenson.

Tutti conoscono la storia raccontata nella celebre opera “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde”, incentrata sul tema dello sdoppiamento della personalità: un rispettabile dottore londinese, il dottor Jekyll, sperimenta su di sé una potente droga di sua invenzione e si trasforma nel terrificante Hyde, che incarna il lato malvagio del suo essere. Ma com’è nato questo racconto? Che cosa ha ispirato Robert Louis Stevenson a scrivere una vicenda tanto oscura, intrisa di mistero e malvagità? Gli attori Giovanna Rossi, Enrico Dusio, Gianluca Gambino e Carlo Roncaglia (che cura anche la regia) ripercorrono i tre giorni di delirante lavoro che portarono Stevenson alla scrittura del libro e poi lo seguono nel suo auto-esilio polinesiano, fino alle sue ultime terrificanti trasformazioni.

Stando a quanto racconta Javier Marías in “Vite scritte”, Robert Louis Stevenson non aveva bisogno di pozioni per accedere al suo doppio malvagio. Di notte si intratteneva spesso con le prostitute, da lui molto amate, e partecipava a concorsi di bestemmie da cui usciva quasi sempre vincitore. Tra le sue frequentazioni più assidue di Londra figurava tale Chantrelle, un serial killer che avvelenava le sue vittime con cene a base di formaggio fuso e oppio. In Polinesia strinse sincera amicizia con il capo Ko-o-mua, che era stato – parole dello stesso Stevenson – “gran cannibale ai suoi tempi, già cominciava a mangiarsi i nemici mentre tornava a casa dopo averli uccisi; e tuttavia è un perfetto gentiluomo”. Insomma, non stupisce che la mente di Stevenson abbia partorito dottor Jekyll e soprattutto il signor Hyde. La prima stesura del romanzo non dovette piacere molto a sua moglie Fanny, che subito dopo averlo letto scaraventò il manoscritto nel fuoco. Ma Stevenson non si perse d’animo. Strafatto di cocaina, si chiuse nel suo studio e ne uscì tre giorni dopo con un racconto nuovo di zecca, destinato a diventare un superclassico.

 

Biglietti

Ingresso 6€

 

Info e prenotazioni

Ufficio del turismo di Bardonecchia – Piazza Alcide de Gasperi 1, Bardonecchia.

[email protected]

tel. 0122 99032

 

Robert, Jekyll & Hyde

Giovedì 30 dicembre | ore 21

Palazzo delle Feste – Piazza Valle Stretta 1, Bardonecchia

con Enrico Dusio, Gianluca Gambino, Carlo Roncaglia, Giovanna Rossi

da Robert Louis Stevenson

riduzione drammaturgica Emiliano Poddi

musiche Carlo Roncaglia

luci e fonica Andrea Cauduro

regia Carlo Roncaglia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend