Vai al contenuto

Dal 7 luglio “LETTERATURE Festival Internazionale di Roma”

Dal 7 luglio "LETTERATURE Festival Internazionale di Roma" Dal 7 luglio "LETTERATURE Festival Internazionale di Roma"L’estate romana si arricchisce di un evento culturale imperdibile: il LETTERATURE Festival Internazionale di Roma, che prenderà il via domenica 7 luglio. Questa storica manifestazione, promossa dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, curata dall’Istituzione Biblioteche di Roma Capitale, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura, rappresenta un appuntamento di rilievo nel panorama culturale della capitale italiana. La manifestazione si avvale della collaborazione di enti prestigiosi come il Parco Archeologico del Colosseo, la SIAE–Società Italiana degli Autori ed Editori, e molte altre istituzioni culturali.

Un omaggio a Elsa Morante

Quest’anno, il festival rende omaggio a Elsa Morante, una delle più grandi scrittrici del Novecento italiano, a cinquant’anni dalla pubblicazione del suo celebre romanzo La Storia. Il titolo scelto per questa edizione è infatti “Questa è la Storia”, un tributo all’autrice e alla sua opera, che continua a riscuotere un enorme successo di pubblico e critica.

Lo scenario unico dello Stadio Palatino

Lo splendido Stadio Palatino, situato all’interno del Parco Archeologico del Colosseo, sarà ancora una volta il suggestivo scenario del festival. Con un programma articolato su cinque serate – 7, 9, 11, 13 e 16 luglio – l’evento offrirà momenti di grande intensità culturale e artistica. L’organizzazione delle serate è curata da Simona Cives, con il contributo di un comitato scientifico composto da personalità di spicco del panorama letterario italiano come Paolo Di Paolo, Melania Mazzucco, Davide Orecchio, Igiaba Scego e Nadia Terranova, e il coordinamento artistico di Fabrizio Arcuri.

Il programma delle serate

Il programma delle serate è stato concepito per offrire un’esperienza unica, con letture, incontri e performance che ruotano attorno al tema della Storia, vista attraverso gli occhi di Elsa Morante. Gli scrittori e le scrittrici ospiti presenteranno testi inediti ispirati a questo tema, esplorando l’idea di storia come eterno ciclo di sopraffazione dei forti sui deboli, un concetto centrale nell’opera di Morante.

Un’icona visiva significativa

L’immagine di questa edizione del festival, curata da Zètema Progetto Cultura, è particolarmente evocativa: una strada formata dalle prime parole del manoscritto de La Storia, percorsa da un ragazzo in bicicletta sotto un sole splendente. Questa scelta iconografica richiama immediatamente l’atmosfera e i temi del romanzo di Morante, creando un legame visivo e concettuale con l’opera.

Le letture di Carlo Cecchi e Iaia Forte

Due presenze straordinarie della scena teatrale contemporanea, Carlo Cecchi e Iaia Forte, renderanno omaggio a Elsa Morante con la lettura di due passaggi molto coinvolgenti de La Storia. Le loro interpretazioni offriranno al pubblico un’opportunità unica per rivivere le emozioni e i temi del romanzo, sottolineando la sua rilevanza e attualità.

Gli ospiti della prima serata

La serata di apertura del 7 luglio vedrà la partecipazione di scrittori di grande talento. Silvia Avallone, autrice di romanzi tradotti in tutto il mondo e vincitrice di numerosi premi, tra cui il Campiello Opera Prima e il Premio Elsa Morante 2024 con il suo ultimo romanzo Cuore nero, presenterà l’inedito “Ida Ramundo io l’ho conosciuta”. Insieme a lei, la londinese Anna Metcalfe, selezionata al Sunday Times Short Story Award e nominata nel 2023 dalla rivista Granta tra i venti migliori giovani scrittori britannici, leggerà il suo inedito “Start again/Ricominciare”.

Ascanio Celestini e la memoria storica

A chiudere la prima serata sarà l’attore e scrittore Ascanio Celestini, una delle voci più note del teatro di narrazione in Italia. Per gli ottant’anni dalla liberazione di Roma, Celestini leggerà brani dal suo libro Storie di uno scemo di guerra, ripubblicato in occasione di questo importante anniversario. Le sue parole offriranno un potente richiamo alla memoria storica, intrecciando passato e presente in un dialogo continuo.

Musica e atmosfere sonore

La componente musicale del festival sarà affidata alla talentuosa compositrice e performer Ginevra Nervi, che eseguirà dal vivo le sue musiche originali, creando un’atmosfera sonora che accompagnerà le letture e le performance letterarie. La musica di Nervi, con la sua capacità di evocare emozioni profonde, arricchirà ulteriormente l’esperienza del pubblico.

Accesso e trasmissioni in streaming

Tutti gli appuntamenti del festival sono a ingresso gratuito, senza necessità di prenotazione, fino a esaurimento posti. Le serate inizieranno alle ore 21:00, con accesso allo Stadio Palatino a partire dalle ore 20:30. Per coloro che non potranno essere presenti, gli eventi saranno trasmessi in diretta streaming sulle pagine Facebook di Biblioteche di Roma e di LETTERATURE Festival Internazionale di Roma, e sul canale YouTube di Biblioteche di Roma.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend