fbpx

Stasera in TV: “Su Rai3 torna “Voxpopuli””. Il racconto dei fili invisibili tra passato e presente

Stasera in TV: "Su Rai3 torna "Voxpopuli"". Il racconto dei fili invisibili tra passato e presenteCos’è cambiato realmente negli ultimi 40 anni in Italia? Alla domanda che attraversa la mente di molti italiani cerca una risposta “Voxpopuli” che torna da stasera, alle 20.25, su Rai3. Il programma andrà in onda per due settimane con 10 nuove puntate, per poi riprendere con altre 30, da lunedì 27 luglio fino alla prima settimana di settembre.

Centoventi temi, fra seri, leggeri e controversi per 40 puntate. Dal rapporto di amore-odio nei confronti della Germania al “matrimonio bianco”, dai giovani che riscoprono la campagna al calcio femminile, dai 50 anni della legge sul divorzio all’anoressia, “Voxpopuli” mostrerà i fili solo apparentemente invisibili che uniscono il passato con il presente attraverso la riproposizione delle interviste agli italiani prese da centinaia di programmi di attualità custoditi negli scrigni delle Teche Rai.

Come nella scorsa edizione, tutti coloro che si riconoscono tra gli intervistati e hanno il desiderio di commentare a distanza di anni le loro stesse opinioni, potranno segnalarlo alla email [email protected] e inviare alla redazione videomessaggi fatti con il loro smartphone. Nella prima puntata obiettivo su come sono stati accolti dalla Germania gli emigrati italiani negli anni ‘70 e ’80 e com’è cambiata la loro percezione nei nostri confronti negli ultimi anni di fronte all’emigrazione di cervelli e non solo di braccia. Una notte al pronto soccorso e una galleria di “bimbi belli” sono gli altri temi della puntata.

Martedì 2 giugno: Libera chiesa in libero stato. E’ sempre stato così? A quando risalgono le prime polemiche sul crocifisso in aula e la discriminazione per chi ha scelto di non seguire l’ora di religione? Il racconto dell’esperienza di un maestro di strada e lo sconvolgimento tecnologico che ha portato lo smartphone sono gli altri temi della puntata.

Mercoledì 3 giugno: Cosa fu la “diaspora degli orfani”? Ce lo spiega l’italo-americano John Campitelli che fu adottato negli anni ‘50 da una famiglia americana e dopo 40 anni è riuscito a rintracciare i suoi genitori biologici. Il sovraffollamento nelle carceri e l’ossessione tutta italiana di uscire sempre con i capi firmati sono gli altri due temi della puntata.

Giovedì 4: Chi si ricorda dell’incredibile sentenza di fine anni ‘90 secondo la quale uno stupro non poteva essere considerato tale se la vittima indossava un paio di jeans? Com’è cambiata la percezione nei confronti delle molestie sessuali? La vita da pensionato negli ultimi 40 anni.

Venerdì 5: Compie 50 anni la legge Fortuna-Baslini sul divorzio poi confermata dal referendum del 1974. Cosa è accaduto in tutti questi anni prima di arrivare al divorzio-lampo ai tempi del coronavirus? I vari modi di protestare e di divertirsi degli italiani sono gli altri due temi della puntata. Un programma di Luca Martera e di Marta Ferranti, Cristina Mecci, con la collaborazione di Ginevra De Grassi Di Pianura, a cura di Vanessa Pallara, Maria Laura Ballesio, produttore esecutivo Mercuzio Mencucci, regia Max Di Nicola.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *