fbpx

Un e-book gratuito per accompagnare i bambini nel rientro a scuola, frutto della collaborazione tra Erickson e la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano

Un e-book gratuito per accompagnare i bambini nel rientro a scuola, frutto della collaborazione tra Erickson e la Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico di MilanoIncertezza, cambiamento, regole e flessibilità sono alcune delle parole chiave che descrivono questo complicato inizio d’anno scolastico e che hanno guidato gli sforzi logistici e organizzativi di tutte le scuole d’Italia.

La ripresa dell’attività didattica in presenza è infatti segnata dall’adozione di misure di distanziamento e di protezione importanti, necessarie per contenere la diffusione del virus ma che al contempo, inevitabilmente, incidono sulla qualità della vita degli alunni, degli insegnanti e di tutte le persone che operano nel contesto scolastico.

Come aiutare gli alunni, più e meno piccoli, a comprendere le nuove regole di comportamento ed evitare di aggravare gli effetti della pandemia, già di per sé traumatici?

Offre occasioni di confronto e di accompagnamento un nuovo e-book gratuito: “Storia di un coronavirus. Maestra, come si fa?”, scritto da Francesca Dall’Ara con le illustrazioni di Giada Negri, frutto della collaborazione tra Erickson e la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e pubblicato da Erickson.

L’e-book è scaricabile gratuitamente qui bit.ly/maestra-come-si-fa, mentre l’edizione stampata, prenotabile su erickson.it, sarà disponibile a partire dal 19 ottobre. Per l’edizione a stampa i diritti d’autore e parte dei ricavi saranno devoluti a #RUNFOREMMA & friends Onlus,  associazione che sostiene progetti per bambini con gravi disabilità www.runforemma.it

Nel libro “Storia di un coronavirus. Maestra, come si fa?”, la piccola Margherita vive tutte le emozioni del rientro in classe alla scuola primaria: dalla gioia di ritrovarsi con i compagni e le maestre, alla confusione per le nuove regole, passando attraverso le paure e i dubbi che vengono sempre alimentati da situazioni di incertezza. In tutto questo, i bambini non saranno però da soli e, sotto la guida della loro insegnante, cercheranno di capire «come si fa» a riprendere da dove ci si era interrotti, consapevoli delle rinunce, dei cambiamenti e delle nuove scoperte che li attendono.

Il racconto è pensato per essere letto insieme all’insegnante o a un altro adulto di riferimento, e prevede volutamente un finale aperto per stimolare un dibattito che potrà anche protrarsi nel tempo e trasformarsi. Un’attenzione particolare è rivolta ai bambini con bisogni comunicativi complessi e disturbi del neurosviluppo, per i quali il racconto viene proposto in una versione tradotta in simboli con gli strumenti della comunicazione aumentativa, secondo il modello inbook.

«I bambini e ragazzi sapranno adattarsi con grande flessibilità e resilienza e stupirci, trasformando il trauma in opportunità — come già è accaduto nelle prime fasi della pandemia —, solo se gli adulti di riferimento saranno in grado di coinvolgerli e aiutarli a comprendere cosa sta accadendo dentro e fuori di loro e di accompagnarli ad applicare le regole adattandole di volta in volta a situazioni che non sono quasi mai “bianche” o “nere”, ma il più delle volte “grigie”» afferma Maria Antonella Costantino, neuropsichiatra e Direttrice dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Il nuovo e-book “Storia di un coronavirus. Maestra, come si fa?” è stato messo a punto dallo stesso gruppo di lavoro, con il coordinamento di Antonella Costantino, che ha curato i due e-book “Storia di un coronavirus” e “Storia di un coronavirus. Mamma, usciamo e le due storie “Storia di un coronavirus: quando torni a casa papà?” e “Storia di un coronavirus: una letterina per te, nonno” disponibili sul sito della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Francesca Dall’Ara è psicologa e psicoterapeuta. Lavora da molti anni nell’ambito della disabilità complessa all’interno dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Giada Negri, dopo la formazione come psicologa e psicoterapeuta, si dedica interamente al mondo delle immagini con le arti dell’illustrazione e della fotografia. Dal 2009 collabora con case editrici nazionali e internazionali creando libri per bambini, immagini per riviste e oggetti di cartoleria. Parallelamente crea opere d’arte su carta che sono esposte presso varie gallerie. È docente di illustrazione presso l’Istituto Europeo del Design.

Versione in simboli a cura di Antonio Bianchi e Laura Bernasconi. Centro sovrazonale di Comunicazione aumentativa di Milano e Verdello secondo il modello definito dal Centro studi inbook

Pagine: 81 pagine illustrate

Formato: e-book e in-book disponibile gratuitamente qui bit.ly/maestra-come-si-fa

Età: +5 anni

Libro cartaceo disponibile dal 19 ottobre | 96 pagine | 13,50 €

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *