fbpx

Dante e la Musica del suo tempo – Filosofia e Musicologia a confronto

Dante e la Musica del suo tempo - Filosofia e Musicologia a confrontoDue giornate dedicate a Dante e la Musica del suo tempo. Nell’anno in cui si celebrano i settecento anni della morte del Sommo Poeta (1321-2021), l’IBIMUS – Istituto di Bibliografia Musicale, insieme alla Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina e l’Associazione Recercare, organizza l’8 e il 9 ottobre a Roma e Palestrina un convegno di studi che accoglie le relazioni di alcuni dei più importanti musicologi italiani dediti alla musica antica, con una particolare attenzione alla poetica dantesca. Il convegno sarà trasmesso anche live streaming dal canale youtube dell’Ibimus (8 ottobre) e dalla pagina fb della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina.

Nel Duecento la musica veniva appresa insieme alle altre discipline del Quadrivio, verosimilmente dunque Dante, tra l’altro estimatore di Boezio – la più autorevole fonte di teoria musicale nel Medioevo – ne avrà studiato i princìpi nei vari stadi della sua formazione culturale. Eppure il rapporto fra Dante e la Musica è forse uno degli aspetti meno conosciuti e indagati, sebbene simboli e metafore musicali costellino la Divina Commedia. L’interesse di Dante per la musica e la sua competenza di cantore e suonatore sono inoltre documentati da Giovanni Boccaccio nel Trattatello in laude di Dante (1362), e nei commenti alla Commedia, di un secolo posteriori, di Francesco Filelfo. Il convegno sarà dunque un’occasione per nuovi spunti e riflessioni su un argomento tanto affascinante quanto ancora poco discusso.

Presiedute rispettivamente da Agostino Ziino e Cecilia Campa, le due sessioni – la prima presso la Sala della Chiesa Metodista in via Firenze a Roma l’8 ottobre, la seconda nell’Auditorium della Biblioteca Comunale di Palestrina il 9 ottobre – indagano due aspetti ‘musicali’ della poetica dantesca. In “Musicologia e Filologia a confronto” (8 ottobre, dalle ore 9) si parlerà della presenza di musica nella Divina Commedia, ma anche di come Dante sia presente e abbia influenzato a sua volta la musica del suo tempo. La giornata successiva (9 ottobre, dalle ore 10) approfondirà la sottese relazioni fra le tre scienze all’epoca di Dante. Partendo dal Purgatorio si prosegue nell’analizzare il repertorio devozionale e profano del Trecento, la cultura della Lauda e alcune ballate anonime.

Concludono le due sessioni del convegno il concerto di laReverdie, fra i più noti complessi italiani di musica medievale, fondato 35 anni fa dalle sorelle Claudia e Livia Caffagni e divenuto nel tempo ensemble di riferimento per il lavoro di ricerca e l’interpretazione della musica medievale e del primo Rinascimento. Con loro troviamo sul palco anche Elisabetta de Mircovich e la voce recitante Matteo Zenatti impegnati in un programma che immagina quali potessero essere gli interessi musicali del Sommo Poeta e quale la musica che aveva occasione di ascoltare. In programma troveremo chanson trobadoriche, inni sacri, laudi e polifonie francesi, accompagnati da strumenti dell’epoca.

L’illustrazione del programma in entrambe le esibizioni è affidata alla professoressa Maria Cristina Paciello.

Per una più ampia diffusione, sarà possibile seguire il convegno anche in live streaming. L’8 ottobre su youtube https://www.youtube.com/watch?v=vsdgsLXkxNw tramite l’Ibimus, il 9 ottobre sulla pagina fb della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina https://www.facebook.com/FondazionePierluigiPalestrina/

Il convegno è stato realizzato con il contributo della Regione Lazio, Direzione Cultura, Politiche Giovanili e Lazio Creativo, Area Servizi Culturali e Promozione della Lettura, L.R. n. 24/2019, Piano 2021.

I luoghi del convegno e del concerto: Sala della Chiesa Metodista, via Firenze 38, Roma | Auditorium della Biblioteca Comunale, via Madonna dell’Aquila, Palestrina (RM) | Chiesa di Santa Lucia, Viale Pio XII 2, Palestrina (RM)

Il convegno e il concerto sono a ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, nel rispetto delle disposizioni anticovid.

Info:  www.ibimus.eu / www.fondazionepierluigipalestrina.it . Tel. 371-1624313 (Ibimus), 06-9538083 (Fondazione Palestrina)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiornamenti di PuntoZip Vuoi ricevere gli aggiornamenti di PuntoZip in tempo reale? No Sì, certo!
Send this to a friend