Vai al contenuto

Il film del giorno: “Il Cardellino” (su Iris)

Il film del giorno: "Il Cardellino" (su Iris) Il film del giorno: "Il Cardellino" (su Iris)Oggi vi consigliamo Il Cardellino, in onda su Iris (canale 22 del digitale terrestre) alle 21.00.

Theodore “Theo” Decker (Ansel Elgort) all’età di 13 anni perde sua madre – suo unico punto di riferimento nella vita – uccisa nello scoppio di una bomba al Metropolitan Museum of Art. Questa tragedia cambia per sempre il corso della sua vita, Theo è rimasto da solo, non ha parenti e viene affidato alla famiglia del suo amico Andy Barbour. Da questo momento in poi la sua vita si trasforma in una doloroso viaggio alla ricerca di speranza per il futuro.
Il ragazzo conosce Hobie (Jeffrey Wright), proprietario di un negozio di antiquariato che, come lui, ha perso qualcuno nell’attentato al museo e che condivide insieme al giovane anche la passione per l’arte. Nel frattempo Theo inizia ad affezionarsi alla signora Barbour (Nicole Kidman) e ad adattarsi alla vita della sua nuova famiglia, tanto che Andy gli rivela che i suoi genitori pensano di adottarlo. Ma questo è solo un equilibrio precario, che viene distrutto dall’improvviso arrivo di Larry (Luke Wilson), il padre alcolizzato e da poco disintossicato di Theo. Il genitore conduce il ragazzo a Las Vegas, dove Theo porta con sé “Il cardellino”, il dipinto di Carel Fabritius a cui sua madre era molto affezionata e che lui ha rubato nel museo dopo l’attentato.
Anni dopo torna a New York, è ancora quel ragazzo triste e malinconico, ma a Las Vegas ha trovato un nuovo amico, Boris (Aneurin Barnard), che lo ha introdotto all’uso di droghe e alcol. Nella Grande Mela Theo ritrova parte della famiglia di Andy e Hobie, per il quale lavora come falsario d’arte.
Ma la vita ricca di peripezie del giovane non finisce qui. Mentre si barcamena tra una relazione fallimentare con Kitsey (Willa Fitzgerald), la sorella di Andy, e un lavoro illegale, scopre che il dipinto, caro ricordo materno, gli è stato rubato; così inizia per Theo una nuova odissea nella speranza di recuperarlo…

 

Perché vedere questo film

Un film elegiaco, a tratti, ambizioso, che racconta, con i giusti toni ed i giusti tempi, dell’infinitezza dell’arte, contrapposta alla complessità e alla caducità dei sentimenti.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend