Nuovo appuntamento allo Zelig con “Italian Stand Up”

La stand up comedy è un genere che sta prendendo piede in Italia, riempiendo i locali di tutto il paese con un pubblico sempre più numeroso e avido di monologhisti di stampo anglosassone.
Pochi ingredienti: un palco spoglio, un cono di luce, l’unico attrezzo di scena è un microfono. Il comico porta in scena se stesso, la sua vita di tutti giorni, il suo personale punto di vista, trascinando con il proprio monologo anche il pubblico più distratto.
Milano, da sempre città “comica”, fa da apripista a questo genere e Zelig Tv non poteva che cogliere al volo la nuova tendenza continuando nel suo ruolo di attenzione e accoglienza di tutto ciò che si muove nel mondo della comicità.
Al Cabaret in Viale Monza 140 dopo le serate registrate nel 2018 vengono registrate le nuove line up che andranno in onda il sabato in seconda serata su Zelig TV, Canale 63 del digitale terrestre

In scena giovedì 7 marzo: STEFANO CHIODAROLI e FABIO DI DARIO

STEFANO CHIODAROLI
Stefano Chiodaroli si è formato alla scuola del mimodramma dell’arsenale di Milano sotto la guida dei maestri Kuniaki Ida e Marina Spreafico; ha iniziato il suo percorso di artista facendo il clown ed il mangiafuoco; a fine anni novanta ha inventato il personaggio del panettiere che gli ha spalancato le porte di programmi televisivi come Zelig e Colorado, è stato uno dei protagonisti della sit com Belli Dentro dove interpreta la parte di Mariano. Al cinema lo ricordiamo in La Febbre, 2061-Un anno eccezionale, Secondo me, Cado dalle nubi.

FABIO DI DARIO
Un pomodoro ricoperto di crema catalana, guarnito con quattro acciughe, una spruzzata di parmigiano servito in un letto di mazzancolle caramellate” è l’espressione migliore per definire il cervello di Fabio Di Dario: potenzialmente raffinato ma a tutti gli effetti preoccupante! Ed ecco infatti che possiamo trovarci di fronte alla situazione in cui il nostro “potenzialmente raffinato” cerca di eludere il test del palloncino allo stesso modo in cui cerca di farsi scontare 1 Kg di zucchine al mercato. In sostanza quella parte infantile che c’è in noi, quella della purezza, dell’ingenuità, della cocciutaggine e della curiosità è la grande corazza di questo pazzoide nel quale in fondo..(ma davvero molto in fondo) in qualcosa possiamo riconoscerci tutti…

Rispondi

Inline
Inline