fbpx

Stasera in TV: I mondi di ieri. Marcinelle

Marcinelle

L’8 agosto 1956, un incendio nella miniera belga di Marcinelle provoca la morte di 262 minatori, di cui 136 italiani. È il più grave di una serie di incidenti da quando, nel 1946, un accordo italo-belga aveva avviato le partenze di migliaia di emigranti italiani verso le miniere del piccolo paese del nord Europa. Una vicenda che Edoardo Camurri ricostruisce in “I mondi di ieri”, in onda venerdì 5 agosto alle 21.15 su Rai Storia, anche attraverso il documentario di Giuseppe Giannotti “Marcinelle. Memorie dal sottosuolo”. Ospiti in studio, Silvia Salvatici, docente di Storia contemporanea all’Università di Firenze e Toni Ricciardi, storico delle migrazioni presso l’Università di Ginevra.
La tragedia di Marcinelle, che provoca emozione e indignazione in tutta Europa, segna una svolta e darà origine a misure che miglioreranno le condizioni di vita e di lavoro dei nostri emigranti. L’Italia, uscita sconfitta dalla guerra, povera, con molti disoccupati e poche materie prime, fa dell’emigrazione uno dei cardini del suo processo di Ricostruzione. È una emigrazione assistita, controllata direttamente dallo Stato, tanto che all’accordo con il Belgio seguono quelli con altri paesi europei. Ma nonostante questo le condizioni di vita degli italiani all’estero sono difficili, molto più dure di quelle promesse. E difficili sono anche le condizioni di lavoro, senza un’adeguata formazione e in miniere dove le misure di sicurezza sono del tutto insufficienti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend