fbpx

Oggi in TV: Speciale “Da oggi la Rai” – Su Rai Storia (canale 54) la nascita della televisione italiana

Oggi in TV: Speciale "Da oggi la Rai" - Su Rai Storia (canale 54) la nascita della televisione italiana 16n occasione della Giornata Mondiale della Televisione, Rai Storia ripropone lo speciale che ripercorre le fasi della sperimentazione televisiva, dagli inizi nel 1949 fino al raggiungimento del collegamento via etere delle sedi di Roma, Milano e Torino, traguardo che la Rai raggiunse nel 1954. “Da oggi la Rai” – in onda sabato 21 novembre alle 18.00 su Rai Storia – racconta il periodo in cui, sotto la guida di Sergio Pugliese, dagli studi di Torino (dal 1949), Milano (dal 1952) e Roma (dal 1953), tecnici, registi e attori presero confidenza con il nuovo mezzo di comunicazione, davanti ad un pubblico incredulo di poche migliaia di telespettatori, destinato a crescere in modo esponenziale in pochi anni. Si assiste, in quegli anni, alla costruzione della rete dei trasmettitori e dei ripetitori del segnale televisivo, spesso in condizioni di disagio ambientale: il 3 gennaio 1954 è già raggiunto dal segnale tv il 43 per cento del territorio, dove vive il 36 per cento della popolazione italiana. C’erano stati esperimenti televisivi nel 1939/1940, quando nel palazzo dell’Eiar di Roma si parlava di “radiovisione”, ma è con la fine delle ostilità che si riprende lentamente il cammino verso televisione in Italia. Costruito con materiali d’epoca, notizie e filmati inediti, anche a colori, il documentario – condotto da Massimo Bernardini e firmato da Michele Astori, Alessandro Chiappetta e Enrico Salvatori, con la regia di Graziano Conversano – ospita anche le testimonianze dell’attore Giorgio Albertazzi, di Nicoletta Orsomando (nel 1953 annunciatrice e volto della Tv da Roma), l’attrice Isa Barzizza, prima diva del cinema a prestarsi al nascente mezzo, ed Elda Lanza, la prima presentatrice della Tv e poi diventata giallista di successo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *