Stasera in TV: “Ferro e sangue: in nome di Dio”

Durante la Guerra dei Trent’anni, nel XVII secolo, gli intrighi e le lotte di potere erano all’ordine del giorno. In gioco c’era la supremazia militare, politica e religiosa in Europa.

“In nome di Dio”, della nuova serie “Ferro e sangue. La guerra dei Trent’anni che devastò l’Europa” – introdotto dal professor Alessandro Barbero e in onda stasera alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “a.C.d.C” – racconta le iniziali vittorie dell’Impero contro i protestanti tedeschi, fino all’intervento danese, che cambia gli equilibri e allarga il conflitto.

Nei Paesi Bassi è in atto uno scontro tra cattolici spagnoli e protestanti olandesi, e in Francia gli ugonotti, a La Rochelle, stanno per capitolare. In primo piano le vicende di personaggi importanti e cruciali, come il Cardinale Richelieu, ma anche le vicissitudini di uomini e donne più umili, come il soldato mercenario Hagendorf. E le vicende di un famoso artista invischiato nella rete di spionaggio della guerra: Pieter Paul Rubens.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi