Stasera in TV: “Le Ragazze”, dalla creatrice di Topo Gigio a Susanna Camusso

Nella seconda puntata de “Le ragazze”, in onda stasera su Rai3 alle 21.30, la conduttrice Gloria Guida incontrerà Maria Perego, oggi 95enne, creatrice insieme al marito del topo più famoso della Tv: Topo Gigio. Un personaggio che ha fatto divertire intere generazioni di bambini e che in poco tempo è diventato un successo a livello mondiale: venne addirittura invitato negli USA all’Ed Sullivan Show. A manovrarlo nell’ombra c’è sempre stata lei, Maria, appassionata ai pupazzi sin da quando da bambina rimaneva incantata davanti agli spettacoli di marionette che le proponeva il nonno.Stasera in TV: "Le Ragazze", conduce Gloria Guida

Dopo di lei a raccontarsi in prima persona saranno due Ragazze degli anni ’50: una dattilografa lombarda e una delle più grandi doppiatrici del cinema. La prima si chiama Benedetta Murachelli, ha un temperamento libero e ironico e da bambina era chiamata “cresta alta”, perché rispondeva a tutti senza remore. Tante sono le sfide e le difficoltà che si troverà ad affrontare: dalle molestie sessuali sul lavoro a diventare madre senza essere sposata in anni in cui questo era una vera e propria vergogna, nonché causa di discriminazioni feroci.

L’altra Ragazza è Maria Pia Di Meo, voce italiana delle più grandi attrici del cinema mondiale, da Meryl Streep a Barbara Streisand. Figlia di attori romani, entra nel mondo del doppiaggio che è ancora una bambina: un lavoro meraviglioso che però le ruba l’infanzia e condiziona tutto il suo percorso, segnato da un rapporto complicato con la madre.

Segue una coppia formata da due Ragazze degli anni ’70 che hanno storie sicuramente molto rappresentative di quel decennio. Nasce in una famiglia della borghesia milanese la prima, che a soli 19 anni inizia a occuparsi del diritto allo studio degli operai metalmeccanici e che consacrerà la sua vita alla lotta al fianco dei lavoratori: si tratta di Susanna Camusso, prima donna Segretario Generale della CGIL, il più importante sindacato italiano dei lavoratori.
L’altra nasce a Venezia da una ragazza madre e cresce libera e ribelle, sognando di esplorare il mondo: Roberta Pedon ha avuto una vita libera e avventurosa e l’esperienza più forte della sua gioventù è lo straordinario e lungo viaggio che fece agli inizi degli anni ’70 in perfetto stile hippy.

A bordo di un’auto scassata insieme a un gruppo di amici attraversò l’Europa e l’Asia, documentando tutto con una piccola cinepresa. Quelle immagini meravigliose ci raccontano com’erano l’Iran, l’India, il Pakistan e l’Afghanistan 50 anni fa. In chiusura, come sempre, una Ragazza del Nuovo Millennio: Ginevra Vaggelli ha solo 22 anni e in un momento difficile della sua crescita è scivolata nella spirale dell’eroina. Oggi però, con impegno e fatica, Ginevra sta costruendo la sua nuova vita.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi