fbpx

TEATRO RAGAZZI - Finalmente a teatro! Ssu Youtube sei racconti per le famiglie e i più piccoli alla scoperta del teatro e delle sue storie‘Finalmente a Teatro!’, i sei appuntamenti di Teatro Ragazzi da lunedì 19 aprile saranno fruibili sul canale Youtube del Teatro Comunale di Ferrara. Le narrazioni sono state realizzate dagli attori Andrea Lugli e Liliana Letterese (Il Baule Volante) all’interno del teatro ferrarese. Sono storie pensate per coinvolgere i bambini e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Ferrara e provincia (e loro famiglie), ma possono offrire spunti interessanti per chiunque voglia scoprire alcune curiosità sul mondo del teatro e i suoi spazi architettonici.

In un viaggio di sei video, si potrà così scoprire la magia del teatro, tra racconti, narrazioni e letture guidate. Al contempo, si potrà conoscere la storia e gli aneddoti del Comunale e vedere gli spazi architettonici più suggestivi del teatro settecentesco. Sarà l’occasione per scoprire anche le persone che ogni giorno ‘fanno’ il teatro e ne sono l’anima dietro la scena.

La rassegna di Teatro Ragazzi, quest’anno, vede la collaborazione tra la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Coop Alleanza 3.0, sponsor del progetto. Dal 19 aprile sarà visibile gratuitamente sul canale Youtube del Teatro Comunale, al seguente link: www.youtube.com/c/TeatroComunalediFerrara.

Nel tempo, la stagione ferrarese di teatro dedicata ai ragazzi si è distinta nel panorama italiano per qualità e quantità delle proposte. Quest’anno, per mantenere viva la storica stagione nonostante l’emergenza sanitaria e i teatri chiusi al pubblico per il lockdown, la scelta è stata di renderla fruibile gratuitamente in streaming. Il progetto si articola in sei appuntamenti, distinti per fasce d’età e della durata di circa mezz’ora. Nel primo ciclo dedicato ai più piccoli (Scuola Primaria I ciclo) Andrea Lugli e Liliana Letterese leggeranno “Federico” e “Alessandro e il topo meccanico”, tratti dal classico della letteratura per l’infanzia Le favole di Federico di Leo Lionni, mentre per il secondo ciclo verranno rappresentati, in forma di narrazione teatrale, due celebri racconti incentrati sul tema dell’amicizia e dell’incontro: “Due bambini” e il racconto “Il lupo e la capra”, tratti dallo spettacolo “Il tenace soldatino di stagno e altre storie”. Nei due incontri dedicati alle classi della Scuola secondaria di primo grado, si declameranno due episodi tratti dall’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, dal canto IV (su Bradamante e Ruggiero) e dal canto XXIII (sulla pazzia di Orlando).

SUL PROGETTO “FINALMENTE A TEATRO!”

“L’arte del teatro è quella che più di altre si può confrontare con l’immaginario dei bambini e dei ragazzi. Gianni Rodari, nella sua Grammatica della Fantasia, sosteneva che proprio la grammatica del teatro è quella che allarga gli orizzonti dei più piccoli, che con essa diventano inventori. La valenza pedagogica del Teatro Ragazzi, in questo momento non facile, risiede non solo nel risultato, ma anche nel percorso, garantito da attori professionisti che da anni collaborano con il Comunale. Il teatro è anche il luogo delle nostre memorie, senza il teatro l’umanità perderebbe quel senso di continuità con il tempo. Perciò far conoscere, intrepretare e invogliare i giovani al teatro significa anche comprendere che i bambini e i ragazzi sono gli unici garanti per il futuro del nostro oggi”.

Marco Gulinelli, assessore alla Cultura del Comune di Ferrara

“Il teatro per ragazzi rappresenta un’opportunità educativa preziosa per avvicinare i giovanissimi a una forma artistica che per sua natura si intreccia con le emozioni e la socialità, e attraverso l’uso del linguaggio interdisciplinare è in grado di generare forme attive di cittadinanza e favorire lo sviluppo del pensiero critico. La promozione dell’arte teatrale è fondamentale per avvicinare i giovani al teatro, non solo come fruitori, ma anche come protagonisti del “fare teatro” poiché, all’interno di tale attività, essi possono prendere coscienza del proprio mondo interiore e del rapporto con il proprio corpo e il mondo circostante, imparando ad esercitare un controllo sulle proprie emozioni, superando difficoltà e insicurezza, e a sviluppare le capacità creative. Il cartellone si rivolge a un pubblico di bambini e ragazzi – della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado – e a alle loro famiglie, inseguendo l’idea che l’educazione alle arti sia una delle condizioni necessarie e urgenti in cui si costituisce ogni forma di cittadinanza. Il teatro, la musica, la danza svolgono un ruolo privilegiato in questo percorso, ancor più importante se diventano pratica e mezzo di conoscenza sin da piccoli”

Dorota Kusiak, assessore alla Pubblica Istruzione

 e Formazione del Comune di Ferrara

“Coop Alleanza 3.0 crede che la cooperazione di consumo non debba distribuire solo merci e prodotti, ma anche idee e saperi capaci di aiutare e sostenere le nostre comunità nel costante impegno di miglioramento della società. Per la Cooperativa la cultura e, nel caso specifico, il sostegno alla significativa iniziativa del “Teatro Ragazzi”, promossa dal Teatro Comunale di Ferrara, diventano un veicolo di coesione sociale, aiutano a superare le distanze e offrono un momento di condivisione e di crescita creativa, in particolare per i bambini, oggi tra i più colpiti dal forzato isolamento. Il sostegno dei Soci Coop a eventi come questo diventa fondamentale per stare vicini ai nostri ragazzi, per dare un segnale e una prova concreta di quanto ci stiano a cuore. Perché riconoscerli e supportarli è immaginare e costruire il nostro futuro”.

Patrizia Luciani, presidente di Area Sociale Vasta Ferrara

Coop Alleanza 3.0

 

“Il Teatro Comunale di Ferrara, per sua vocazione e determinazione, non interrompe l’attività teatrale, malgrado le strette norme imposte dalla pandemia. Anche quest’anno propone la storica rassegna teatrale per bambini e ragazzi, attraverso lo strumento dello streaming. Il valore pedagogico del teatro è unico e insostituibile. E, se questa affermazione vale in generale, vale a fortiori dopo i danni causati dal Covid; danni prodotti nelle anime e nella psicologia dei più piccoli, che sono il nostro futuro. Nulla come il teatro può svolgere una funzione di rigenerazione dei nostri giovanissimi e dei giovani, affinché possano riuscire a metabolizzare i travagli attraversati a causa della pandemia e a farne strumento di crescita per il presente e per il futuro, creando un confronto fertile con la vita, con tutte le sue difficoltà e asprezze. Chiediamo anche agli adulti di seguire queste attività, per condividere questi momenti con i loro figli, nipoti e pronipoti, e per prendere coscienza del valore unico, insostituibile e decisivo del teatro – in tutte le sue declinazioni – per lo sviluppo di una società e per il valore di una comunità.

Michele Placido, presidente, e Moni Ovadia, direttore

Fondazione Teatro Comunale di Ferrara 

Share.

Leave A Reply

Aggiornamenti di PuntoZip Vuoi ricevere gli aggiornamenti di PuntoZip in tempo reale? No Sì, certo!
Send this to a friend