fbpx

Torna Scena 1312, rassegna di musica-teatro di Bardonecchia, con 6 appuntamenti durante le festività natalizie

Torna Scena 1312, rassegna di musica-teatro di Bardonecchia, con 6 appuntamenti durante le festività natalizieDopo un’edizione saltata a causa della pandemia, torna nel 2021 l’appuntamento invernale con Scena 1312, rassegna di musica-teatro promossa dal Comune di Bardonecchia e curata da Accademia dei Folli per la parte teatrale ed Estemporanea per quella musicale.

Bardonecchia torna dunque ad essere un crocevia di musicisti, attori, ballerini e artisti, accompagnando il pubblico in un’esperienza mozzafiato ad alta quota, a 1312 metri sopra il livello del mare.

Il calendario teatrale

Per quanto riguarda il programma teatralel’Accademia dei Folli, con la direzione artistica di Carlo Roncaglia, propone 6 spettacoli durante le festività natalizie e un appuntamento speciale ad aprile dedicato alla Resistenza: la prima data da segnare in calendario è lunedì 27 dicembre con Il presepeuna favola contemporanea in musica in cui un egiziano a una libica si conoscono in mezzo al mare mentre sono in fuga dalle dittature dei loro Paesi e si trasferiscono a Torino. Uno spettacolo natalizio sui generis adatto ai bambini e alle famiglie, un piccolo singolare presepe vivente immerso nella contemporaneità per riflettere, divertirsi e commuoversi.

Martedì 28 serata dedicata a bambini e ragazzi con Rodari fantasy suite, un grande viaggio poetico e allo stesso tempo comicissimo dedicato all’inventiva del poeta e scrittore piemontese. Lo spettacolo mescola poesie, racconti e lavori teatrali in perfetto stile rodariano, con la trama che deraglia, compie delle folli digressioni, si attorciglia, si contorce in uno sberleffo, puntando a quei valori civili ed educativi così chiari e fondamentali per lo scrittore.

Lo spettacolo di giovedì 30 è dedicato a un grande classico della letteratura mondiale: sul palco del Palazzo delle Feste i Folli ripercorrono alcuni momenti della vita di Robert Louis Stevenson, in particolare quelli legati alla scrittura – e alla riscrittura – del suo capolavoro Jekyll e Hyde. La prima stesura del romanzo non piacque alla moglie Fanny, che subito dopo averlo letto scaraventò il manoscritto nel fuoco. Ma Stevenson non si perse d’animo. Strafatto di cocaina, si chiuse nel suo studio e ne uscì tre giorni dopo con un racconto nuovo di zecca, destinato a diventare un superclassico. Robert, Jekyll e Hyde racconta cosa accadde in quei tre giorni di delirante riscrittura, per poi seguire Stevenson nel suo auto-esilio polinesiano, fino alle sue ultime terrificanti trasformazioni.

Domenica 2 gennaio Le grand Tour accompagna il pubblico di Bardonecchia alla scoperta di uno strambo e scombinato gruppo di viaggiatori, tra chi ha conosciuto il mondo senza mai metter piede fuori da una nave e chi s’è spinto ben oltre le Colonne d’Ercole pensando di trovare l’Oriente ed è inciampato nell’America; c’è chi invece nell’Estremo Oriente ci è stato davvero e ha visto cose incredibili – e infatti nessuno gli crede. Uno spettacolo che gioca tra parole e musiche da viaggio, dove il tempo e lo spazio costruiscono attorno al pubblico e agli attori un meraviglioso labirinto dove è bello perdersi.

Martedì 4 gennaio è la volta di una divertente escursione alla scoperta delle origini del Cabaret e dei suoi inimitabili protagonisti, prima di Zelig e della stand-up comedy. Da Parigi a Berlino, da Roma a Milano, da Karl Valentin a Petrolini, dai Gufi a Jannacci, da Gaber a Cochi e RenatoCabaret-le origini è una ventata di comicità surreale e anticonvenzionale pronta a spazzar via qualsiasi convinzione, dove il nonsense e la più stralunata poesia trascinano lo spettatore in un meraviglioso viaggio.

Altro appuntamento per i ragazzi, a chiudere le festività natalizie, è quello del 5 gennaio con Fabula Rasa, uno spettacolo in cui musica e parola si inseguono, si scontrano e si incontrano, duellano, danzano, si corteggiano e si sposano attraverso una carrellata di fiabe celebri, da Rodari ai fratelli Grimm.

Il cartellone teatrale si chiude sabato 23 aprile con Over the rainbow, uno spettacolo tratto da Una questione privata di Beppe Fenoglio, in occasione del centenario della nascita dello scrittore e partigiano piemontese. Attori e musicisti dell’Accademia dei Folli tentano di ricostruire sul palco le atmosfere di un’opera che contiene allo stesso tempo follia amorosa, cavallereschi inseguimenti e la Resistenza proprio com’era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per tanti anni limpidamente dalla memoria fedele, con tutti i suoi valori morali.


Biglietti
ingresso 6€, prenotazione obbligatoria 1€.

Info e prenotazioni

Ufficio del turismo di Bardonecchia – Piazza Alcide de Gasperi 1, Bardonecchia.

[email protected]

tel. 0122 99032

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend