Francesco Diodati in concerto con il suo nuovo progetto “Blackline”

Esplosivo, conturbante, romantico. Stiamo parlando di Blackline nuovo progetto del chitarrista Francesco Diodati, protagonista del Monday Night Raw di lunedì 4 marzo (a partire dalle ore 20) al Jazz Club Ferrara. Al suo fianco Leïla Martial (voce ed elettronica) e Stefano Tamborrino (batteria). Anticipa il concerto il consueto aperitivo a buffet accompagnato dalla selezione musicale di Gil Dj.

Blackline è la linea nera che delimita il punto di contatto tra mondi diversi e sorprendentemente vicini. Testi e musica si fondono per disegnare un paesaggio astratto ma saldamente ancorato alla terra. Suggestioni hip hop, sferzanti linee rock e punk, groove funky e melodici lirismi si mescolano allo spirito improvvisativo del jazz per dare vita a una musica nuova e coinvolgente, che ha il sapore dello sconosciuto.

I tre musicisti si muovono agevolmente nel terreno del jazz e delle sue più imprevedibili contaminazioni e sono fra i più richiesti leader e sideman in ambito Europeo. Leïla Martial, formatasi alla leggendaria scuola di musica di Marciac e al Conservatorio di Tolosa, è stata incoronata nel 2009 (prima volta per una donna) migliore solista al Concours National de Jazz de la Dèfense. Dotata di una voce straordinariamente versatile, è instancabile sperimentatrice e disegnatrice di arcobaleni musicali. Orientato verso la ricerca timbrica, i tratti distintivi di questa formazione sono il groove e in generale la componente ritmica affidati a Stefano Tamborrino, uno dei più richiesti batteristi del momento oltre che sapiente utilizzatore dell’elettronica. Francesco Diodati è uno dei più apprezzati rappresentanti della nuova scena jazz europea che ama sperimentare per creare nuove tendenze mescolando tradizione e linguaggi contemporanei.

Dopo il concerto il pubblico potrà godere del primo Tip of The Day dell’anno, ovvero dell’apertura della jam session a cura degli allievi e dei docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. La formazione che scenderà in campo, dal titolo ‘Something Borrowed, Something Blue’, è formata da Marco Vecchio al sassofono, Antonio Rapa alla batteria, Marco Rossi al pianoforte e Federico Magazzeni al contrabbasso. Ingresso a offerta minima € 5 riservato ai soci Endas.

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com
[email protected]

Infoline 331 4323840 (dalle 12.00 alle 22.00)

Il Jazz Club Ferrara è affiliato Endas, l’ingresso è riservato ai soci.

DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara.

COSTI E ORARI
Ingresso a offerta minima € 5 riservato ai soci Endas.
Tessera Endas € 15

Apertura biglietteria 19.30
Aperitivo a buffet con dj set a partire dalle ore 20.00
Concerto 21.30
Jam Session 23.00

Rispondi

Inline
Inline