fbpx

TCBO: Sei nuovi concerti in streaming per sei domeniche consecutive

TCBO: Sei nuovi concerti in streaming per sei domeniche consecutiveSi arricchisce di sei appuntamenti inediti, con otto interpreti protagonisti insieme ai complessi artistici del Comunale di Bologna, il cartellone sinfonico online del teatro felsineo. Ogni domenica pomeriggio alle 17.30 in streaming sul canale YouTube, a partire dal 7 marzo e fino all’11 aprile, sarà possibile assistere gratuitamente ai nuovi concerti registrati a porte chiuse nella Sala Bibiena, proposti nell’ambito dell’iniziativa “Aperti, nonostante tutto” lanciata dall’ANFOLS.

Si parte domenica 7 marzo con il Concerto per violoncello e orchestra op. 104 di Antonín Dvořák interpretato da Enrico Dindo, caposaldo del repertorio violoncellistico con cui il solista torinese ha uno stretto rapporto fin dalla vittoria del concorso “Rostropovič” di Parigi nel 1997. Torna sul podio dopo venticinque anni di assenza l’israeliano Daniel Oren, musicista particolarmente legato al teatro bolognese negli anni ‘80 e ‘90, che propone inoltre la Sinfonia n. 6 in si minore op. 74 “Patetica” di Čajkovskij.

Al suo debutto con l’Orchestra del TCBO, il direttore trentenne Vincenzo Milletarì – scelto da Riccardo Muti per la sua Accademia dell’Opera Italiana e già affermato a livello europeo – presenta nel concerto trasmesso il 14 marzo Le Ebridi op. 26 di Felix Mendelssohn, la Sinfonia n. 8 in si minore D. 759 “Incompiuta” di Franz Schubert e la Sinfonia n. 38 in re maggiore K 504 “Praga” di Wolfgang Amadeus Mozart.

Si tratta di una prima volta al Comunale anche per il direttore d’orchestra Gianluca Capuano, balzato agli onori della cronaca internazionale per aver diretto in emergenza la Norma di Bellini con Cecilia Bartoli al Festival di Edimburgo nel 2016, che nell’appuntamento del 21 marzo affronta due pagine di Schubert, l’Ouverture n. 2 “in stile italiano” in do maggiore D. 591 e la Sinfonia n. 6 in do maggiore “La piccola” D. 589, oltre alla Sinfonia in re minore op. 34 del compositore austriaco Anton Eberl.

Il 28 marzo protagonista è la bacchetta di Oksana Lyniv, che avrebbe dovuto dirigere un concerto nella scorsa stagione sinfonica del Comunale, cancellato a causa della pandemia, e che nel 2021 sarà la prima donna nella storia del Festival di Bayreuth a salire sul podio del Festspielhaus. Il concerto a Bologna segna il debutto italiano della musicista ucraina, che propone la Sinfonia n. 25 in sol minore K 183 di Mozart e la Sinfonia n. 2 in do maggiore op. 61 di Robert Schumann.

Per la domenica di Pasqua, il 4 aprile, l’Orchestra e il Coro del Comunale diretti da Alberto Malazzi sono impegnati in pagine sacre come la Sinfonia al Santo Sepolcro in si minore RV 169 e il Credo in mi minore RV 591 di Antonio Vivaldi, o come l’Offertorio Misericordias Domini KV 222 e il Mottetto Ave Verum Corpus KV 618 di Mozart, cui si aggiunge dello stesso compositore anche l’Adagio e fuga in do minore KV 546; e ancora la Messa in sol maggiore per soli, coro e archi D. 167 di Schubert e la Cantata Corale Christedu Lamm Gottes di Mendelssohn.

Programma tutto mozartiano, domenica 11 aprile, per il sesto dei nuovi concerti in streaming su YouTube realizzati ad hoc con gli artisti in presenza: Maurizio Baglini, pianista dall’intensa carriera come solista e camerista e direttore artistico dell’Amiata Piano Festival, interpreta il Concerto per pianoforte e orchestra K 503; sul podio Stefano Conticello, che dirige anche l’Ouverture dal Flauto magico e la Sinfonia n. 35 in re maggiore K 385 “Haffner”.

Main partner della Stagione Sinfonica 2021 è Intesa Sanpaolo.

Info: www.tcbo.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Send this to a friend