All’Università di Parma “Migrazioni, Fake News e ‘Bufale’: Usa/Italia a confronto”

Si terrà martedì 3 dicembre, dalle 16 alle 17.30, nell’Aula K10 del Plesso D’Azeglio-Kennedy dell’Università di Parma l’evento Migrazioni, Fake News e ‘Bufale’: Usa/Italia a confronto, una conference-call con il prof. Mohamed Arafa dell’Indiana University.All’Università di Parma “Migrazioni, Fake News e ‘Bufale’: Usa/Italia a confronto”

L’iniziativa è stata organizzata dagli studenti del corso di Comunicazione del gruppo “Fake News Real People”, coordinati da Giancarlo Anello, docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma.

Il prof. Mohamed Arafa, in collegamento diretto da Indianapolis, risponderà alle domande e curiosità di coloro i quali vorranno intervenire. Il prof. Arafa ha ampiamente scritto e commentato, su importanti blog americani, le politiche di Trump in materia di migrazioni, “travel-ban” e “Muslim-ban”.

Il tema delle migrazioni è oggetto di comunicazione politica caratterizzata dall’uso spregiudicato di fake news, stereotipi e false comunicazioni. L’elezione di Donald Trump nel 2016 ha costituito il primo esempio del genere, col risultato che simili strategie sono utilizzate ora anche in Europa e in Italia.

L’occasione permetterà a tutti i partecipanti di guardare alle questioni italiane dalla prospettiva d’oltreoceano, per comprendere come le migrazioni europee siano percepite dagli Stati Uniti d’America.

Modalità di partecipazione: gli interessati potranno inviare all’indirizzo e-mail [email protected] una domanda riguardante il tema della Conference call. Stante la limitata durata della call, le domande saranno preventivamente selezionate dagli organizzatori dell’evento per proporle al prof. Arafa a modo di intervista tematica. I proponenti le domande selezionate potranno partecipare attivamente alla discussione e porre direttamente la propria domanda al prof. Arafa. L’evento, aperto a tutti, sarà in lingua inglese con traduzione a cura del prof. Anello.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *