Fabrizio Gifuni, omaggio a Shakespeare con “Concerto per Amleto”

Dal 22 al 25 novembre, al Piccolo Teatro Strehler, con Concerto per Amleto, Fabrizio Gifuni rende un personale omaggio al Principe di Danimarca. Le molte voci dell’Amleto shakespeariano si intrecciano al potente affresco sonoro di Dmitrij Šostakovič, nell’interpretazione dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta da Rino Marrone.

L’Amleto di Shakespeare rappresenta per Fabrizio Gifuni un’officina di lavoro sempre aperta: a partire dal ciclo triennale di lezioni d’arte, tenute da Orazio Costa, alle personali interpolazioni gaddiane del pluripremiato spettacolo L’ingegner Gadda va alla guerra o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro, fino all’ Omaggio ad Amleto, presentato all’Auditorium del Lingotto per la XXIX edizione del Salone del Libro di Torino.
«Come in nessun’altra delle sue opere, Shakespeare dichiarava, con Amleto, tutto il suo amore per un’idea di teatro. Spettri, nevrosi e malinconie si combattono col gioco – dice Gifuni – E anche il Potere si smaschera giocando».

Concerto per Amleto nasce da una drammaturgia teatrale e musicale scritta a quattro mani con il direttore d’orchestra Rino Marrone, per più di dieci anni direttore artistico-stabile dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari. Ospite, nel 2016, della rassegna internazionale Le vie dei Festival all’Auditorium Parco della Musica di Roma e, nel 2017, del Teatro San Carlo di Napoli nell’ambito del Napoli Teatro Festival, Concerto per Amleto viene ora presentato al Piccolo Teatro, in una nuova veste, arricchito di nuove scene del testo shakespeariano.

Le molteplici voci della Tragedia di Amleto, Principe di Danimarca si intrecciano all’affresco sonoro che Dmitrij Šostakovič dedicò alla tragedia di Shakespeare in due diverse occasioni. La prima, datata 1932, è una suite tratta dalle musiche di scena per un’edizione teatrale dell’Amleto firmata dal regista scenografo Nicolai Akimov.
La seconda, del 1964, fu commissionata dal regista Grigori Kozintsev per il film Hamlet, che si avvaleva del prezioso adattamento di Boris Pasternak.

I prezzi dei biglietti sono di 40 Euro per la platea e di 32 Euro per la balconata.

Sarà inoltre possibile incontrare i protagonisti venerdì 23 novembre, al Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2), alle ore 17. In occasione dello spettacolo, il protagonista, Fabrizio Gifuni, e il direttore dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Rino Marrone, moderati da Emilio Sala, incontreranno il pubblico per parlare di uno spettacolo/concerto che fonde le parole del capolavoro shakespeariano alla musica.
L’ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti, con prenotazione su www.piccoloteatromilano.org

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi