Vai al contenuto

SKY ARTE – CHI SI FERMA È PERDUTO – Oscar Niemeyer e Lorenzo Da Ponte

SKY ARTE - CHI SI FERMA È PERDUTO - Oscar Niemeyer e Lorenzo Da Ponte SKY ARTE - CHI SI FERMA È PERDUTO - Oscar Niemeyer e Lorenzo Da PonteA partire da domenica 7 novembre alle ore 20.40, Sky Arte presenta Chi si ferma è perduto, la nuova serie animata prodotta da TIWI con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, che raccoglie interviste impossibili e resoconti di viaggio tra realtà e immaginazione attraverso il tempo e lo spazio.

I protagonisti degli otto episodi sono artisti, letterati, studiosi, innovatori, personalità eccezionali che hanno lasciato il loro segno nella storia: da Marlene Dietrich a Heinrich Schliemann, da Mary Shelley a Howard Phillips Lovecraft, da Oscar Niemeyer a Lorenzo Da Ponte, da Ludwig Wittgenstein ad Agatha Christie.

Guidati dalle domande di Neri Marcorè e animati dagli illustratori e animatori di TIWIdiretti da Raffaele Compagnoni, questi ospiti straordinari si raccontano e raccontano del viaggio che ha cambiato per sempre la loro vita: quel momento in cui il contatto con nuove culture, persone e orizzonti ha contribuito a plasmarne la visione, la creatività e le opere.

Domenica 21 novembre, alle ore 20.40, andrà in onda l’episodio 5 – con le illustrazioni di Gianmarco Veronesi e la colonna sonora originale di Rodrigo D’Erasmo – dedicato a Oscar Niemeyer e in particolare al viaggio in macchina da Rio all’altopiano che ospiterà Brasilia.

Il nuovo presidente del Brasile Juscelino Kubitschek chiede al più estroso tra gli architetti del suo paese di costruirgli una nuova capitale, che dia finalmente l’immagine di un Brasile moderno, a misura d’uomo, elegante e funzionale. Una sfida da far tremare i polsi a tutti, ma non a Niemeyer.

Oscar però, prima di cominciare, raduna i suoi migliori amici e parte verso l’Altopiano che accoglierà la nuova città. Insieme attraversano le varie anime di un Paese immenso e particolare come solo il Brasile può essere, finendo addirittura per passare la notte nella giungla, ostaggi di un pericoloso giaguaro. Imparano così che c’è bisogno di respirare tutte le anime del Paese, dal mare alla foresta amazzonica, per donargli un nuovo cuore pulsante.

A seguire, andrà in onda il sesto episodio – con le illustrazioni di Fabiana Mascolo e la colonna originale di Vincenzo Vasi – dedicato a Lorenzo Da Ponte e alla sua traversata oceanica nel 1805 alla volta di New York, con partenza da Londra.

Il librettista delle opere di Mozart è uno degli Italiani più famosi al mondo. Il suo è uno dei primi casi di “fuga dei cervelli”, nel senso che dopo lunghe peregrinazioni in Europa fu costretto a lasciare il vecchio continente per recarsi a New York. Qui, insegnando all’Università, ottenne finalmente una certa tranquillità economica.

Ma la sua vita è molto diversa da quella di un intellettuale contemplativo: Da Ponte, infatti, è un uomo che cede volentieri ai piaceri della vita, molto sensibile soprattutto al fascino femminile. Questo lo rende dinamico e flessibile, sempre pronto a reinventarsi.

Tuttavia, la sua passione è la sua condanna: da Venezia deve fuggire a Vienna, da Vienna a Londra. In ognuno di questi posti ottiene successo come autore ma accumula debiti, amanti e nemici. L’America è la sua salvezza, ma più che il sogno americano, forse, a essere decisiva è stata una certa pace dei sensi dovuta all’età… o forse no.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend